Visita a una loggia massonica

A Termini Imerese un incontro promosso da BcSicilia porterà a conoscere rituali, scopi e soci dei una associazione che ha deciso di aprirsi al mondo esterno

di Marco Russo

Conoscere una loggia massonica, il suo maestro venerabile, le sue regole: sarà possibile farlo a Termini Imerese, grazie a un incontro promosso dall’associazione Bcsicilia. Giovedi 23 agosto, infatti, alle 21.30, la loggia “Giordano Bruno” (Grande Oriente d’Italia) offrirà la facoltà, su prenotazione, di fare una visita guidata al suo interno.

Anticamente la loggia era una società di muratori, o, più esattamente, una corporazione di mestieri (Gilda) che raggruppava, sotto la direzione di un maestro, un gruppo di operai specializzati intenti a lavorare alla costruzione di un edificio che spesso era una cattedrale. All’inizio del ‘600 la massoneria da operativa si trasformò in speculativa, e vi aderirono uomini che non svolgevano lavori di costruzione, ma utilizzavano gli strumenti dei muratori in chiave simbolica per costruire un altro tempio: quello interiore.

Nella sua versione moderna la massoneria vede la luce il 24 giugno del 1717 e ancora oggi il luogo più importante di una loggia massonica è il tempio, dove si svolgono i lavori rituali e che ha forma di rettangolo, con un’unica porta d’accesso che viene simbolicamente considerata orientata ad occidente. Ai lati di questa porta si trovano due colonne, simbolo della separazione tra elemento maschile e femminile, tra mondo sacro e profano.

Per informazioni sulla visita, è possibile contattare l’associazione BcSicilia ai numeri 0918112571 e 3468241076 o alla mail segreteria@bcsicilia.it.

A Termini Imerese un incontro promosso da BcSicilia porterà a conoscere rituali, scopi e soci dei una associazione che ha deciso di aprirsi al mondo esterno

di Marco Russo

Conoscere una loggia massonica, il suo maestro venerabile, le sue regole: sarà possibile farlo a Termini Imerese, grazie a un incontro promosso dall’associazione Bcsicilia. Giovedi 23 agosto, infatti, alle 21.30, la loggia “Giordano Bruno” (Grande Oriente d’Italia) offrirà la facoltà, su prenotazione, di fare una visita guidata al suo interno.

Anticamente la loggia era una società di muratori, o, più esattamente, una corporazione di mestieri (Gilda) che raggruppava, sotto la direzione di un maestro, un gruppo di operai specializzati intenti a lavorare alla costruzione di un edificio che spesso era una cattedrale. All’inizio del ‘600 la massoneria da operativa si trasformò in speculativa, e vi aderirono uomini che non svolgevano lavori di costruzione, ma utilizzavano gli strumenti dei muratori in chiave simbolica per costruire un altro tempio: quello interiore.

Nella sua versione moderna la massoneria vede la luce il 24 giugno del 1717 e ancora oggi il luogo più importante di una loggia massonica è il tempio, dove si svolgono i lavori rituali e che ha forma di rettangolo, con un’unica porta d’accesso che viene simbolicamente considerata orientata ad occidente. Ai lati di questa porta si trovano due colonne, simbolo della separazione tra elemento maschile e femminile, tra mondo sacro e profano.

Per informazioni sulla visita, è possibile contattare l’associazione BcSicilia ai numeri 0918112571 e 3468241076 o alla mail segreteria@bcsicilia.it.

Hai letto questi articoli?
Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le vie dei Tesori News

Send this to a friend