Valeria Li Vigni guiderà la Soprintendenza del Mare

La moglie dell’archeologo e assessore Sebastiano Tusa, chiamata a dirigere l’ente regionale fondato dal marito scomparso nel disastro aereo in Etiopia

di Ruggero Altavilla

Una nomina dal profondo valore simbolico nel segno di Sebastiano Tusa. Valeria Li Vigni, moglie dell’assessore e archeologo scomparso nel disastro aereo in Etiopia, sarà alla guida della Soprintendenza del Mare, istituita nel 2004 fa proprio per volontà del marito, che la diresse quasi ininterrottamente fino al 2018, quando fu nominato assessore regionale dei Beni culturali dal governatore Nello Musumeci.

Antiche anfore nei fondali

Dal primo settembre l’incarico sarà effettivo, come si legge nel decreto firmato dal dirigente del dipartimento regionale dei Beni culturali, Sergio Alessandro. Così, dopo diversi anni alla guida del Museo regionale di arte moderna e contemporanea di Palazzo Riso, Valeria Li Vigni porterà avanti l’eredità del marito scomparso lo scorso marzo, dirigendo un’istituzione unica in Italia, finora retta da Adriana Fresina, dedicata alla tutela e valorizzazione dei beni culturali sommersi.

Un momento della cerimonia in Cattedrale in ricordo di Tusa

“Speravo con tutto il cuore di ricevere questo incarico – ha commentato Li Vigni – io ho seguito passo passo tutte le ricerche portate avanti da mio marito, sono stata con lui, in più occasioni, durante le immersioni e conosco bene il suo lavoro. Nonostante l’incarico al Museo Riso mi abbia regalato tante soddisfazioni professionali, essendosi presentata questa opportunità alla Soprintendenza del Mare, non ho esitato un attimo a dare la mia disponibilità e sono felice di poter iniziare questa nuova esperienza”.

Luigi Biondo

Al posto di Li Vigni, al Museo Riso, arriverà Luigi Biondo, fino a qualche mese fa direttore del Museo regionale “Agostino Pepoli” di Trapani, sostituito dal dirigente proveniente dall’assessorato al Turismo, Roberto Garufi, in seguito alla seconda fase di rotazioni e nuovi incarichi nei beni culturali siciliani, disposta da Musumeci nello scorso giugno (ve ne abbiamo parlato qui). Tra le altre nomine recenti, da segnalare quella di Giuseppe Parello, che è passato dal Parco  della Valle dei Templi, alla gestione dei parchi e siti Unesco regionali, mentre Vera Greco, che guidava il Parco di Naxos-Taormina si occuperà della pianificazione paesaggistica. Confermata, invece, Evelina De Castro alla guida della Galleria regionale della Sicilia di  Palazzo Abatellis.

Hai letto questi articoli?
Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le vie dei Tesori News

Send this to a friend