“Una storia senza nome” di Roberto Andò va a Venezia

L’ultimo film del regista palermitano si occupa del misterioso furto del Caravaggio. Sarà presentato “Fuori concorso ” alla Mostra internazionale del cinema 

di Redazione

“Una storia senza nome”, il nuovo film del regista Roberto Andò incentrato sul misterioso furto della “Natività” di Caravaggio, trafugata all’oratorio di San Lorenzo di Palermo nel 1969, verrà presentato nella selezione ufficiale “Fuori Concorso” alla 75° Mostra Internazionale del cinema di Venezia. L’opera, che ha visto vari set in Sicilia, uscirà in sala il 20 settembre per la 01 Distribution, e ha come interpreti, tra gli altri, Micaela Ramazzotti, Alessandro Gassmann, Laura Morante e Renato Carpentieri. “Una storia senza nome è un film sul cinema, e mi sembra particolarmente bene augurante e festoso che il suo battesimo avvenga a Venezia – ha detto il regista – nel luogo in cui è nato il primo festival dedicato alla settima arte, una vetrina tra le più prestigiose al mondo. Questo film è un atto di fede, ironico e paradossale, sulle capacità del cinema di investigare la realtà e di trascenderla. Si è sempre sostenuto che l’immaginazione, anche la più potente e visionaria, paghi il prezzo di una impotenza a priori: l’impossibilità di provocare effetti reali. Il mio film, in modo giocoso e, mi auguro divertente, mostra il contrario”. La prossima edizione della mostra del Cinema di Venezia si terrà dal 29 agosto all’8 settembre.

L’ultimo film del regista palermitano si occupa del misterioso furto del Caravaggio. Sarà presentato “Fuori concorso ” alla Mostra internazionale del cinema 

di Redazione

“Una storia senza nome”, il nuovo film del regista Roberto Andò incentrato sul misterioso furto della “Natività” di Caravaggio, trafugata all’oratorio di San Lorenzo di Palermo nel 1969, verrà presentato nella selezione ufficiale “Fuori Concorso” alla 75° Mostra Internazionale del cinema di Venezia. L’opera, che ha visto vari set in Sicilia, uscirà in sala il 20 settembre per la 01 Distribution, e ha come interpreti, tra gli altri, Micaela Ramazzotti, Alessandro Gassmann, Laura Morante e Renato Carpentieri. “Una storia senza nome è un film sul cinema, e mi sembra particolarmente bene augurante e festoso che il suo battesimo avvenga a Venezia – ha detto il regista – nel luogo in cui è nato il primo festival dedicato alla settima arte, una vetrina tra le più prestigiose al mondo. Questo film è un atto di fede, ironico e paradossale, sulle capacità del cinema di investigare la realtà e di trascenderla. Si è sempre sostenuto che l’immaginazione, anche la più potente e visionaria, paghi il prezzo di una impotenza a priori: l’impossibilità di provocare effetti reali. Il mio film, in modo giocoso e, mi auguro divertente, mostra il contrario”. La prossima edizione della mostra del Cinema di Venezia si terrà dal 29 agosto all’8 settembre.

Hai letto questi articoli?
Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le vie dei Tesori News

Send this to a friend