Una passeggiata tra i tesori liberty per ricordare Ernesto Basile

L’ultima domenica del festival Le Vie dei Tesori un itinerario speciale organizzato in collaborazione con l’Università di Palermo e guidato da Ettore Sessa per commemorare i novant’anni dalla morte del grande architetto

di Redazione

Palazzo Francavilla

Figlio d’arte, firma di progetti straordinari come Villa Igiea, Villa Florio all’Olivuzza, palazzo Utveggio, del completamento del Teatro Massimo avviato dal padre Giovan Battista, ma anche del famoso Transatlantico e dell’aula della Camera dei Deputati a Montecitorio, Ernesto Basile scomparve nel 1932, a 75 anni.

Villino Florio

Per commemorare i 90 anni dalla sua morte, nell’ultimo weekend del festival, Le Vie dei Tesori e l’Università di Palermo hanno ideato una passeggiata straordinaria alla scoperta dell’universo Basile. La condurrà – domenica 30 ottobre alle 10,30, partenza da piazza Verdi di fronte al Teatro Massimo – uno dei massimi esperti di Ernesto Basile come Ettore Sessa, architetto, docente universitario che al movimento Liberty ha dedicato studi approfonditi ed esposizioni (qui per prenotare la passeggiata).

Dotazione Basile alla facoltà di Architettura

“Dalla morte di Ernesto Basile, quest’anno, l’Università di Palermo ha scelto di seminare la conoscenza della sua opera per strada, sulle gambe del professore Ettore Sessa che di Basile e del Liberty è uno dei massimi esperti – interviene il rettore Massimo Midiri –  Questa iniziativa si aggiunge all’apertura al pubblico della collezione Basile-Ducrot, con i disegni del padre di Ernesto, Giovanbattista, e ai laboratori con le scuole sul Liberty proposti dalle Vie dei Tesori con la nostra collaborazione. Non quindi una celebrazione al chiuso dell’Università ma tante iniziative in stretto rapporto con la città”.

Palazzo Utveggio

Sarà un’immersione straordinaria nel mondo di Ernesto Basile, fatto di arabeschi, volute leggere, e di vetri, arredi preziosi, legni intarsiati, sotto cui viveva la mano sicura di un architetto straordinario e geniale sì, ma padrone di studio e tecnica rigorosa. Ettore Sessa ha costruito un percorso tra le principali opere del Basile, partendo dal Teatro Massimo verso la facciata liberty di Palazzo Francavilla per poi proseguire verso via Dante, fermandosi al chiosco Ribaudo e toccando Villino Ida, che Basile costruì per la moglie e che presto diventerà la sua casa-museo; e lo straordinario Palazzo Utveggio.

Condividi
Tags

In evidenza

Palermo, Sorgenti del Gabriele

Un piacevole senso di frescura e il gorgoglio dell’acqua accolgono il visitatore che, a Palermo,  raggiunge le sorgenti naturali ai piedi della “conigliera”, oggi...

Rinascerà un’area inaccessibile del Palazzo Reale, al via il restauro della Cavallerizza

L’antico maneggio diventerà un monumentale salone per conferenze, mentre sarà avviata anche una campagna di scavi per far riemergere l’originario piano pavimentale della piazza e per studiare le strutture difensive

Dall’inferno al paradiso per la biodiversità: viaggio nel Museo del Mare di Milazzo

Un polo espositivo unico che nasce attorno allo scheletro di un capodoglio rimasto impigliato in una rete da pesca illegale. Un percorso educativo ambientale lungo tre livelli che richiamano i gironi danteschi

Ultimi articoli

Si vota per il concorso Art Bonus 2023: ecco i progetti siciliani in gara

Si potrà scegliere tra i beneficiari dei fondi donati dai mecenati a sostegno della cultura. Nell’Isola selezionati gli interventi per il Teatro Greco di Siracusa, il Massimo di Palermo e l’Accademia Filarmonica di Messina

Palermo, Sorgenti del Gabriele

Un piacevole senso di frescura e il gorgoglio dell’acqua accolgono il visitatore che, a Palermo,  raggiunge le sorgenti naturali ai piedi della “conigliera”, oggi...

Acireale, una mostra racchiude le opere dei Gagini nel territorio etneo

Nel Palazzo Comunale un percorso espositivo che unisce Sicilia, Calabria e Bissone, terra di origine di Domenico Gagini, capostipite della famiglia di artisti e protagonista di un “approdo” che favorì l'interscambio tra sperimentazioni d'arte nel Rinascimento

Articoli correlati