Una mostra dedicata ai “tesori” del Touring Club Italiano

Sono esposte nell’ex convento della Magione, a Palermo, guide, riviste, carte geografiche, collane, fotografie e atlanti dell’archivio dell’associazione

di Redazione

Una mostra di foto e pubblicazioni che racconta 125 anni di storia del turismo. Nell’ex convento della Magione, a Palermo, sono esposti, dal 25 maggio al 9 giugno, “I Tesori del Touring”: guide, riviste, carte geografiche, collane, fotografie e atlanti dell’archivio del Touring Club Italiano e dei suoi soci.

Atlanti e carte geografiche in mostra

“Il Touring Club Italiano da 125 anni ha una missione importante – afferma il presidente nazionale del Tci, Franco Iseppi – prendersi cura dell’Italia come bene comune perché sia più conosciuta, attrattiva, competitiva e accogliente, contribuendo a produrre conoscenza, tutelare e valorizzare il paesaggio, il patrimonio artistico e culturale e le eccellenze economico-produttive dei territori. Questa missione diventa pratica quotidiana nell’azione preziosa e insostituibile di migliaia di volontari Touring impegnati attivamente sul territorio come coloro che animano il Club di territorio di Palermo a cui si deve, a due anni esatti dalla costituzione, l’organizzazione di questa mostra”.

“La data scelta per l’inaugurazione è simbolica – aggiunge Fabio Rocca, console e coordinatore del Club di territorio di Palermo – coincide infatti col giorno in cui, nel 2017, a Villa Niscemi, fu costituito il nostro Club di territorio, che riunisce in un obiettivo comune, persone appassionate, desiderose di vivere attivamente l’associazione sul proprio territorio e impegnarsi per la valorizzazione dell’offerta turistica e culturale della città”.

In mostra i Tesori del Touring

L’inaugurazione è fissata alle 17. Previsti gli interventi di Lina Bellanca, soprintendente ai Beni Culturali di Palermo; Fabio Giambrone, vicesindaco di Palermo; Adham Darawsha, assessore comunale alle Culture; Alessandra De Caro della Soprintendenza del Mare e Giorgio Longo, del Touring Club Italiano. Introduce Fabio Rocca e Salvatore Vitale illustrerà la mostra.

La mostra è visitabile, domenica, lunedì, martedì e mercoledì, dalle 9 alle 13; giovedì sabato e domenica, dalle 9 alle 18. L’ingresso è libero.

Condividi
Tags

In evidenza

Un’opera del “Raffaello” di Messina all’asta in Francia, la Regione prova a riportarla a casa

La Madonna col Bambino e San Giovannino del maestro rinascimentale Girolamo Alibrandi sarà venduta da una casa parigina. Dopo l’appello di studiosi e cittadini il governo regionale vorrebbe acquisire il quadro

A Lentini è scontro per la gestione di Palazzo Beneventano

Monta la polemica tra il Comune e i privati per l’affidamento dell’ex residenza nobiliare diventata polo culturale. L’amministrazione ha invitato la cooperativa Badia Lost & Found a riconsegnare i locali del bene revocando la concessione

Nascerà un itinerario geologico lungo la scogliera di Cefalù

Un percorso tematico per la valorizzazione dei fossili sarà realizzato grazie alla collaborazione tra il Comune e il Parco delle Madonie, con la partecipazione dell'Università di Palermo. Saranno installate targhe e codici Qr per informazioni sul sito in tempo reale

Ultimi articoli

A Lentini è scontro per la gestione di Palazzo Beneventano

Monta la polemica tra il Comune e i privati per l’affidamento dell’ex residenza nobiliare diventata polo culturale. L’amministrazione ha invitato la cooperativa Badia Lost & Found a riconsegnare i locali del bene revocando la concessione

Il Duomo di Cefalù si prepara a rinascere, al via i lavori di restauro

Gli interventi finanziati con due milioni di euro dalla Regione Siciliana interesseranno le coperture, gli esterni e gli apparati decorativi del monumento normanno, che è parte del patrimonio Unesco. Le imprese avranno 365 giorni per ultimare le opere

Svelato il soffitto trecentesco del monastero di Santa Caterina

Nascosto al di sopra della volta della sacrestia, un prezioso tetto ligneo decorato simile a quello dello Steri. Si può ammirare attraverso una app realizzata dall’Università di Palermo. Esposto anche un raro affresco medievale scoperto durante il restauro

Articoli correlati