Ultimo weekend a Sciacca tra visite serali, coralli e antichi gioielli

Si potrà ammirare la città dall’alto di torri e tetti dal tramonto fino a sera e scoprire un fuori programma, tra coralli e antichi gioielli

di Redazione

Sciacca saluta Le Vie dei Tesori con un ultimo weekend pieno di sorprese. Si potrà ammirare la città dall’alto dal tramonto fino a sera, con lo sguardo che spazia fino al golfo e scoprire un fuori programma tra coralli e antichi gioielli. Ultima occasione per visitare i dieci luoghi del festival, tra chiese, palazzi, archivi e circoli culturali (qui tutti i luoghi), per non parlare delle esperienze a tu per tu con gli artigiani ceramisti (qui per prenotare) o un’inedita passeggiata tra scale catalane, cortili e edicole votive (qui per prenotare).

Tramonto dai tetti della chiesa del Carmine

La prima novità di quest’ultimo weekend è la visita serale alla torre campanaria della chiesa di San Michele (qui per prenotare). Oltre agli orari in programma, sabato e domenica dalle 10 alle 18, soltanto sabato le visite proseguiranno eccezionalmente dalle 18 fino alle 21. Un’occasione unica per affacciarsi dalla maestosa torre che sovrasta Sciacca, godendosi il tramonto con un panorama mozzafiato che abbraccia tutto il golfo. Non è da meno la vista dai tetti della chiesa del Carmine (qui per prenotare), anche in questo caso aperta eccezionalmente sabato sera, dalle 18 alle 21, oltre che nei consueti orari del weekend, dalle 10 alle 18. Potrete scoprire la curiosa storia di Beata Angela da Sciacca, carmelitana vissuta durante il 1200 e morta eremita.

Lavorazione del corallo al laboratorio Nocito

Ma le sorprese non finiscono qui. Soltanto sabato, dalle 10,30 alle 12,30, apre le porte per la prima volta al festival il Museo Nocito del Corallo di Sciacca (ingressi ogni trenta minuti con turni di tre persone alla volta, prenotazione obbligatoria allo 0918420000). Si potrà ammirare la collezione della famiglia Nocito, gioiellieri ed orafi da quattro generazioni, che racchiude diversi cimeli, gioielli antichi, stampe, strumenti di navigazione, modelli di navi, coralli e gioielli che si legano a eventi storici come l’emersione dell’isola Ferdinandea. A condurre la visita saranno Mario e Laura Nocita, che mostreranno i cimeli di famiglia, arricchiti dal minuzioso lavoro del padre Giuseppe.

Per tutte le informazioni e prenotazioni del festival visitare il sito www.leviedeitesori.com. È attivo, inoltre, il centro informazioni al numero 0918420000, aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18, compresi il sabato e la domenica.

Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le Vie dei Tesori News

Send this to a friend