Trapani, domenica si visita la sede dell’Ordine degli Architetti

Si trova nel piano nobile del prestigioso palazzo Adragna, esempio di neoclassicismo, ma anche dell’originale Liberty della città falcata

di Redazione

Domenica dalle 10 alle 18 sarà possibile visitare la sede dell’Ordine degli Architetti della provincia di Trapani. Che si trova nel piano nobile di Palazzo Adragna, edificio risalente ai primi interventi del piano di ampliamento della città, varato a partire dal 1869 dagli ingegneri Giuseppe Adragna Vairo e Giovan Battista Talotti.

Lo stile dell’intero edificio è eclettico, prevalentemente neoclassico, come quello di molti edifici dell’impianto a scacchiera del Piano Talotti che, in epoca post-unitaria, separò la nuova città dall’antica Drepanon verso il Monte Erice, dove un tempo si trovavano diversi opifici. Gli interni del piano nobile, quello che si visita, presentano alcune decorazioni proprie del Liberty trapanese, gli arredi originali dei primi anni del Novecento, ma anche pezzi di design moderno e contemporaneo.

La visita sarà condotta da iscritti all’Albo e oltre al piano nobile, sede dell’Ordine, riguarderà la ricca biblioteca tematica e storica con più di tremila volumi. Inoltre sarà raccontata l’espansione di Trapani dopo il piano Talotti, in una visita che va ben oltre la conoscenza di una piano nobile e della sede di un Ordine: si entra nel cuore e nella storia della città.

Si trova nel piano nobile del prestigioso palazzo Adragna, esempio di neoclassicismo, ma anche dell’originale Liberty della città falcata

di Redazione

Domenica dalle 10 alle 18 sarà possibile visitare la sede dell’Ordine degli Architetti della provincia di Trapani. Che si trova nel piano nobile di Palazzo Adragna, edificio risalente ai primi interventi del piano di ampliamento della città, varato a partire dal 1869 dagli ingegneri Giuseppe Adragna Vairo e Giovan Battista Talotti.

Lo stile dell’intero edificio è eclettico, prevalentemente neoclassico, come quello di molti edifici dell’impianto a scacchiera del Piano Talotti che, in epoca post-unitaria, separò la nuova città dall’antica Drepanon verso il Monte Erice, dove un tempo si trovavano diversi opifici. Gli interni del piano nobile, quello che si visita, presentano alcune decorazioni proprie del Liberty trapanese, gli arredi originali dei primi anni del Novecento, ma anche pezzi di design moderno e contemporaneo.

La visita sarà condotta da iscritti all’Albo e oltre al piano nobile, sede dell’Ordine, riguarderà la ricca biblioteca tematica e storica con più di tremila volumi. Inoltre sarà raccontata l’espansione di Trapani dopo il piano Talotti, in una visita che va ben oltre la conoscenza di una piano nobile e della sede di un Ordine: si entra nel cuore e nella storia della città.

Hai letto questi articoli?
Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le vie dei Tesori News

Send this to a friend