Torna “Esperienza inSegna”, il festival della scienza

Prevista la partecipazione di 84 scuole, con centinaia di studenti e docenti. Nove giorni all’insegna di laboratori, workshop e conferenze

di Redazione

Conto alla rovescia per la nuova edizione del festival “Esperienza inSegna”, la manifestazione scientifica ad ampio respiro, costruita intorno a tematiche annuali e organizzata dall’associazione Palermoscienza, con la partecipazione dell’Università di Palermo. L’evento si svolgerà dal 20 al 28 febbraio in viale delle Scienze e prevede la partecipazione di 84 scuole, 850 studenti, 310 insegnanti, 260 exhibit, 138 espositori, 70 laboratori e workshop e 18 conferenze.

La manifestazione, che quest’anno ha come titolo “Cambiamento”, si basa sull’idea che la trasmissione del sapere avvenga in modo da lasciare un segno sui visitatori, attraverso attività di divulgazione scientifica rivolte alla città, alle scuole e alle istituzioni. Si tratta della più importante manifestazione scientifica del Mezzogiorno, che coinvolge ogni anno i più grandi punti di riferimento della Sicilia, con tanti appuntamenti, tra incontri, convegni e laboratori.

L’associazione Palermoscienza nasce dall’esigenza di offrire in Sicilia la possibilità di sperimentare attività di comunicazione delle scienze in situazioni informali. Da qualche anno gli studenti in un numero crescente di scuole sono stati protagonisti ed animatori di mostre di exhibit da loro prodotti. L’attività svolta nelle diverse edizioni di “Esperienza inSegna” ha sempre suscitato grande interesse tra i visitatori, favorito una crescita culturale tra gli espositori ed è risultato, altresì, evidente il desiderio di stabilire in maniera non episodica un rapporto “amichevole” con il mondo delle scienze.

Quest’anno è cambiata la modalità per prenotare una visita alla manifestazione. Il cambiamento, tema di quest’anno, è sempre mirato a fornire un servizio più efficiente. A differenza degli scorsi anni non sarà più possibile prenotare tramite mail o mediante una telefonata. Occorrerà pre-iscriversi compilando un modulo disponibile a questo link. Per informazioni telefonare al 3887251384.

Prevista la partecipazione di 84 scuole, con centinaia di studenti e docenti. Nove giorni all’insegna di laboratori, workshop e conferenze

di Redazione

Conto alla rovescia per la nuova edizione del festival “Esperienza inSegna”, la manifestazione scientifica ad ampio respiro, costruita intorno a tematiche annuali e organizzata dall’associazione Palermoscienza, con la partecipazione dell’Università di Palermo. L’evento si svolgerà dal 20 al 28 febbraio in viale delle Scienze e prevede la partecipazione di 84 scuole, 850 studenti, 310 insegnanti, 260 exhibit, 138 espositori, 70 laboratori e workshop e 18 conferenze.

La manifestazione, che quest’anno ha come titolo “Cambiamento”, si basa sull’idea che la trasmissione del sapere avvenga in modo da lasciare un segno sui visitatori, attraverso attività di divulgazione scientifica rivolte alla città, alle scuole e alle istituzioni. Si tratta della più importante manifestazione scientifica del Mezzogiorno, che coinvolge ogni anno i più grandi punti di riferimento della Sicilia, con tanti appuntamenti, tra incontri, convegni e laboratori.

L’associazione Palermoscienza nasce dall’esigenza di offrire in Sicilia la possibilità di sperimentare attività di comunicazione delle scienze in situazioni informali. Da qualche anno gli studenti in un numero crescente di scuole sono stati protagonisti ed animatori di mostre di exhibit da loro prodotti. L’attività svolta nelle diverse edizioni di “Esperienza inSegna” ha sempre suscitato grande interesse tra i visitatori, favorito una crescita culturale tra gli espositori ed è risultato, altresì, evidente il desiderio di stabilire in maniera non episodica un rapporto “amichevole” con il mondo delle scienze.

Quest’anno è cambiata la modalità per prenotare una visita alla manifestazione. Il cambiamento, tema di quest’anno, è sempre mirato a fornire un servizio più efficiente. A differenza degli scorsi anni non sarà più possibile prenotare tramite mail o mediante una telefonata. Occorrerà pre-iscriversi compilando un modulo disponibile a questo link. Per informazioni telefonare al 3887251384.

Condividi
Tags

In evidenza

Le Vie dei Tesori 2022, presentato il festival a Palermo

Presentata la sedicesima edizione del festival Le Vie dei Tesori a Palermo. Oltre 150 tra visite nei luoghi ed esperienze, 90 passeggiate d’autore e 10 fuoriporta. Si potrà salire su Porta Nuova, si entrerà nel carcere Ucciardone e nell’aula bunker che ospitò il maxiprocesso, si scoprirà il Gasometro. Tour in chiese inedite del centro, in luoghi strappati alla mafia e rigenerati con i cittadini. Teatralizzazioni e mostre negli antichi palazzi, sassofoni tra i reperti archeologici, teatro al Castello a mare e un forum internazionale con l’Università.

Cefalù fa il bis con Le Vie dei Tesori tra chiese inedite e studi d’artista

Il festival torna per il secondo anno consecutivo nella cittadina normanna. Aprono le porte sei luoghi, si aggiungono quattro esperienze e una passeggiata. Percorsi tra arte e natura, antiche vestigia e sentieri verdi che si arrampicano fin sulla Rocca

Capolavori dell’arte rivivono in digitale a Palazzo Reale

Al via Meta Experience con due esempi di cloni: un Satiro danzante d’argento scintillante e un Giovinetto di Mozia in rosso di sapore pop. Poi c’è un opera autentica, il busto di Ottaviano Augusto che si confronta con il suo doppio tecnologico

Ultimi articoli

Dalla Prefettura all’aula bunker fino all’Ucciardone, porte aperte ai tesori della legalità

Tre luoghi normalmente chiusi al pubblico, dove è viva la presenza dello Stato, si potranno visitare in occasione della sedicesima edizione del festival Le Vie dei Tesori, che torna a Palermo dal 30 settembre al 30 ottobre

Le Vie dei Tesori debutta a Alcamo tra castelli, chiese e cisterne arabe

Il festival arriva per la prima volta nella cittadina trapanese nei tre weekend dall’1 al 16 ottobre. Si sale fino al Castello di Calatubo, quasi inaccessibile, e si visita quello dei Conti di Modica. Aprono sette luoghi tra cui chiese, musei, torri e un’antichissima cuba

Le Vie dei Tesori saluta le prime otto città, ecco le passeggiate dell’ultimo weekend

Da Messina a Enna, da Caltanissetta a Trapani e Mazara del Vallo, fino a Termini Imerese, sono tanti gli itinerari in programma per l'ultimo fine settimana del festival di settembre, tra grotte, cripte, antichi villaggi e reperti preistorici

Articoli correlati