Rosa Balistreri

Tag

Musica senza confini: Rosa Balistreri piace a Thom Yorke

Un brano della cantautrice siciliana è stato inserito tra quelli più amati dal polistrumentista e voce solista dei Radiohead

Desirée Rancatore canta Rosa Balistreri

“Ciatu di lu me cori”: una delle più belle canzoni di Rosa Balistreri diventa un regalo prezioso del soprano Desirée Rancatore e una vera dichiarazione d’amore per il marito, Alessandro Cirrito - oggi primo clarinetto della Sinfonica e in precedenza alla Ulster Orchestra di Belfast - che la accompagna in questo arrangiamento del tutto inedito, di “Cu ti lu dissi”, firmato da Alberto Maniaci: è infatti la prima volta che questo brano viene eseguito per voce e clarinetto.

Rosa Balistreri, il suo canto ora è un tesoro

L’artista originaria di Licata è stata iscritta nel registro delle “Eredità immateriali della Sicilia”, destino singolare per una dal temperamento anarchico

Giulia Mei: canto in siciliano e ne sono fiera

Ha iniziato a 9 anni e non ha più smesso, fino al premio Lauzi arrivato per una canzone in dialetto palermitano. “Adoro Palermo, la Sicilia e Rosa Balistreri”

Cuticchio fa 70 anni e festeggia a Roncisvalle

Intervista al puparo palermitano: "Mi sono fatto un regalo". È in questo luogo mitico che secondo la leggenda, o il canto antico dell’Ariosto, avvenne l‘atroce battaglia in cui perirono trecento paladini

Must-read

Si vota per il concorso Art Bonus 2023: ecco i progetti siciliani in gara

Si potrà scegliere tra i beneficiari dei fondi donati dai mecenati a sostegno della cultura. Nell’Isola selezionati gli interventi per il Teatro Greco di Siracusa, il Massimo di Palermo e l’Accademia Filarmonica di Messina

Palermo, Sorgenti del Gabriele

Un piacevole senso di frescura e il gorgoglio dell’acqua accolgono il visitatore che, a Palermo,  raggiunge le sorgenti naturali ai piedi della “conigliera”, oggi...

Acireale, una mostra racchiude le opere dei Gagini nel territorio etneo

Nel Palazzo Comunale un percorso espositivo che unisce Sicilia, Calabria e Bissone, terra di origine di Domenico Gagini, capostipite della famiglia di artisti e protagonista di un “approdo” che favorì l'interscambio tra sperimentazioni d'arte nel Rinascimento
spot_img