Troina nella rete dei cieli più belli d’Italia

Il borgo dell’Ennese ha ottenuto il massimo riconoscimento da parte di Astronomitaly, circuito nazionale dedicato al turismo astronomico

di Marco Russo

Un brulicare di stelle tra i Nebrodi e l’Etna. Troina è entrata a far parte della rete dei cieli più belli d’Italia. La più antica capitale normanna della Sicilia è il primo borgo del Mezzogiorno ad aver ottenuto il riconoscimento da parte di Astronomitaly, circuito nazionale dedicato al turismo astronomico. Sono due, in particolare, i siti di interesse che hanno valso al borgo dell’Ennese il massimo riconoscimento della certificazione “I cieli più belli d’Italia”, con il livello Gold: il lago di Ancipa e la contrada Sambuchello, oggetto dei sopralluoghi e di un reportage fotografico da parte del team di Astronomitaly.

Il lago di Ancipa (foto Astronomitaly)

Il Lago di Ancipa – anche noto come “Lago Sartori” – è il bacino artificiale più alto della Sicilia con 944 metri sul livello del mare da cui è possibile godere di una vista panoramica unica sull’Etna. Da questo sito, lo staff di Astronomitaly ha potuto filmare il movimento apparente delle stelle dietro l’Etna, durante l’eruzione dello scorso primo ottobre. Contrada Sambuchello, invece, è un’area naturale presente all’interno del Parco dei Nebrodi in cui sorgerà un ecoresort che potrà accogliere sotto le stelle i viaggiatori in cerca di avventure nella natura.

Uno scorcio di Troina (foto Astronomitaly)

“Tra le risorse della Sicilia c’è sempre stato il cielo stellato – spiega Fabrizio Marra, fondatore di Astronomitaly – . Oggi questa risorsa naturale è oggetto di interesse da parte della pubblica amministrazione. Si tratta di un momento importante, dimostrazione di un diverso approccio alla tutela e utilizzo delle risorse naturali in ottica sostenibile. Abbiamo voluto premiare quindi sia la qualità del cielo dei siti osservativi individuati, sia le innovazioni che il Comune ha in programma di realizzare. Tra queste vi è l’impegno a migliorare gli impianti di illuminazione per ridurre l’inquinamento luminoso e tutelare quindi il patrimonio celeste, requisito essenziale per il mantenimento del riconoscimento assegnato e per garantire ai futuri ospiti un’esperienza sotto le stelle ancor più appagante”.

La certificazione “I cieli più belli d’Italia” è il primo riconoscimento italiano di questo tipo, ideata da Astronomitaly per valorizzare i luoghi che ambiscono a diventare destinazioni d’eccellenza per l’astroturismo, attraverso servizi dedicati e l’impegno a tutelare il patrimonio celeste.

(Foto Fabrizio Marra, Astronomitaly)

Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le Vie dei Tesori News

Send this to a friend