Premio delle Associazioni 2021 a Laura Anello

Cerimonia a Palazzo Branciforte per la consegna del riconoscimento alla giornalista palermitana, presidente della Fondazione Le Vie dei Tesori, per il suo impegno nella valorizzazione del patrimonio culturale e paesaggistico della Sicilia

di Redazione

Sarà padre Cosimo Scordato, vincitore del riconoscimento nel 2020, a consegnare a Laura Anello, il Premio 2021 del Forum delle associazioni di Palermo. “Da giornalista appassionata della sua terra, Laura Anello porta avanti con grande impegno il festival Le Vie dei Tesori, la rivista Gattopardo e la neonata rassegna dei Borghi dei Tesori per svelare, promuovere e valorizzare il patrimonio culturale e paesaggistico della Sicilia” è la sintesi della motivazione della commissione del Premio che verrà consegnato venerdì 13 maggio alle 18 nella sede di Fondazione Sicilia, a Palazzo Branciforte a Palermo. Dopo il saluto del presidente di Fondazione Sicilia, Raffaele Bonsignore e l’introduzione di Salvatore Butera, il passaggio di testimone tra i due premiati.

Laura Anello e Massimo Midiri

Il Premio del Forum delle Associazioni viene assegnato ogni anno “a personalità che abbiano partecipato alla vita sociale, artistica, economica, scientifica nell’ambito della Regione Siciliana e che abbiano operato con manifesti vantaggi per la collettività”. La Commissione del Premio è costituita dai rappresentanti di cinque associazioni della città (Associazione Amici dei Musei Siciliani, presidente Bernardo Tortorici; Associazione nazionale Insegnanti di Storia dell’Arte, sezione di Palermo, presidente Maria Antonietta Spadaro; Associazione Dimore storiche italiane, sezione Sicilia; Italia Nostra onlus, sezione di Palermo, presidente Adriana Chirco; Fondazione Salvare Palermo onlus, presidente, Daniele Anselmo) e dai premiati delle precedenti edizioni.

Leoluca Orlando e Laura Anello

Qui una sintesi della motivazione del Premio: “Le Vie dei Tesori, 15 anni dopo la sua nascita all’Università di Palermo sotto l’egida del rettore Giuseppe Silvestri, ha invaso la Sicilia, e non solo, seminando curiosità, conoscenza, voglia di apprendere. Ora è diventato una Fondazione. Così come 26 anni fa ‘La scuola adotta un monumento. Palermo apre le porte’ ha messo in atto un’insospettabile rivoluzione nella nostra città partendo dalle scuole, questo progetto portato avanti da Laura Anello ha le carte in regola per avviare processi di sviluppo che forse non possiamo ancora immaginare”.

Palazzo Branciforte

Il premio è stato conferito nel 2005 a Salvatore Butera, nel 2006 ad Aldo Scimé, nel 2007 a Janne Pasqualino, nel 2008 a Roberto Calandra, nel 2009 a Elvira Sellerio, nel 2010 a Bruno Caruso, nel 2011 a Nino Aquila, nel 2012 a Donatella Natoli, nel 2013 a Gioacchino Lanza Tomasi, nel 2014 a Giuseppe Randazzo, nel 2015 a Domenico Ortolano, nel 2016 a Francesca e Massimo Valsecchi, nel 2017 a Diego Planeta, nel 2018 a Nino Vicari, nel 2019 a Francesca Spatafora. Per il 2020 era andato appunto a padre Cosimo Scordato.

Condividi
Tags

In evidenza

Arriva Carnevale: la Sicilia in festa tra carri, musica e maschere

Da Termini Imerese ad Acireale e Sciacca, passando per Avola e Melilli, sono tantissime le città dell’Isola che portano avanti antiche tradizioni, animando piccole e grandi comunità

L’ex “fabbrica della luce” di Palermo diventa bene d’interesse culturale

Il complesso che un tempo ospitava la centrale elettrica Enel di via Cusmano, progettata dall’architetto Salvatore Li Volsi Palmigiano nel 1912, è stata sottoposta a vincolo poiché rappresenta “pregevole esempio di architettura industriale novecentesca legato alla storia della città”

Ho scelto il Sud, comprano un mulino a pietra e tornano alla terra: la scommessa di due giovani agricoltori

Mauro Calvagna e Rosario Claudio La Placa sono due quarantenni di Belpasso che hanno fondato una società agricola, puntando sugli insegnamenti e l’esperienza delle rispettive famiglie

Ultimi articoli

Arriva Carnevale: la Sicilia in festa tra carri, musica e maschere

Da Termini Imerese ad Acireale e Sciacca, passando per Avola e Melilli, sono tantissime le città dell’Isola che portano avanti antiche tradizioni, animando piccole e grandi comunità

Tele in cerca d’autore: a Salemi svelato il mistero del “pittore senza opere”

Nella chiesa della Madonna degli Angeli custodita una preziosa pala d’altare dell'artista seicentesco Gabriele Cabrera e Cardona, finora attribuita ad un anonimo. Adesso sono due i dipinti firmati da questo maestro originario di Naro di cui poco si conosce

L’ex “fabbrica della luce” di Palermo diventa bene d’interesse culturale

Il complesso che un tempo ospitava la centrale elettrica Enel di via Cusmano, progettata dall’architetto Salvatore Li Volsi Palmigiano nel 1912, è stata sottoposta a vincolo poiché rappresenta “pregevole esempio di architettura industriale novecentesca legato alla storia della città”

Articoli correlati