Palermo dall’alba alla notte, le passeggiate del weekend

Dal centro storico fino a Mondello, quindici tour con Le Vie dei Tesori alla scoperta della città, ma anche escursioni nel verde di Ficuzza e Monte Catalfano

di Ruggero Altavilla

Palermo tutta da vivere, dalle prime luci dell’alba alle magiche atmofere della sera. C’è il Cassaro, che taglia in due il centro storico, i palazzi del potere, l’antico quartiere ebraico, gli itinerari medievali dei cavalieri e dei pellegrini, fino alla borgata di Mondello. E poi tanta natura, fra zubbi e orchidee a Monte Catalfano o tra lecci e sugheri alla Ficuzza. Sono alcune delle quindici passeggiate del primo weekend de Le Vie dei Tesori a Palermo, che sabato 3 e domenica 4 ottobre prende il via nel capoluogo, insieme a Catania, Ragusa, Scicli, Noto, Sciacca, con Monreale che si aggiunge dal 10 ottobre (qui il programma del Festival).

La finestra dello Steri

Tra le passeggiate in città, sabato si comincia alle 9,30, con Chiara Utro che guiderà un tour sulle eresie, ricostruendo attraverso suggestioni e antiche testimonianze, il lungo e oscuro periodo in cui anche a Palermo si dava la caccia a streghe ed eretici (qui per prenotare). Nel pomeriggio, alle 16,30, Claudia Bardi, invece, porterà i partecipanti alla scoperta del mistero dei Beati Paoli (qui per prenotare), a partire dai luoghi della finzione letteraria narrata nel romanzo di Luigi Natoli, si scoprirà l’ipotesi dell’origine di questa società segreta. Alle 17, poi, Mario Pintagro condurrà fra i luoghi del fiume Papireto, che ospitava le piante acquatiche da cui prese il nome (qui per prenotare). Si parte dal mercato delle Pulci, dove c’erano una delle cinque sorgenti e la palude del Buonriposo, che tanti problemi igienici causò a Palermo con le sue acque stagnanti. La sera, è già sold out, la passeggiata condotta da Igor Gelarda, lungo il Cassaro.

Mondello

Spostandoci fuori dal centro storico, ancora pochi posti disponibili per la passeggiata mattutina a Mondello condotta da Luciana Zarini, abitante originaria di Valdesi, per conoscere la borgata marinara attraverso gli occhi di chi la vive quotidianamente (qui per prenotare). Chi preferisce, invece, camminare in mezzo alla natura, sabato mattina potrà scegliere l’escursione condotta da Astrid Natura su Monte Catalfano, la grande montagna calcarea che sembra proteggere Bagheria (qui per prenotare).

Uno scorcio di città all’alba

Domenica si comincia prestissimo con la passeggiata a cura di Buongiorno Notte nella magica atmosfera dell’alba, seguendo un percorso particolare che consentirà di esplorare strade e vicoletti della città attraverso storie di tempi ormai lontani. Appuntamento ai Quattro Canti alle 6,30 (qui per prenotare). Alle 9,30 pochi posti ancora per il tour di Claudia Bardi all’interno del quartiere della Kalsa, alla ricerca dei mille volti di Palermo, dagli arabi all’Inquisizione (qui per prenotare). Alle 10, con Chiara Utro, un tuffo nell’antica Giudecca, il quartiere ebraico, da riscoprire nelle tracce rimaste nell’attuale tessuto urbano (qui per prenotare). Chi vorrà scoprire il Castello a Mare, con i suoi segreti e le sue atrocità di carcere, e la folle demolizione tentata dai garibaldini, potrà farlo alle 10,30 con Igor Gelarda, seguendo un percorso privo di barriere architettoniche (qui per prenotare).

Chiesa di Santa Cristina la Vetere

Tante passeggiate anche nel pomeriggio, a partire dalle 15 con il tour di In Itinere alla scoperta dei palazzi del potere nei mandamenti a monte dei Quattro Canti (qui per prenotare). Alle 16 l’associazione Itimed, vi condurrà lungo un itinerario medievale sulle orme dei cavalieri e dei pellegrini, con tanto di passaporto di viaggio (qui per prenotare); chi invece vuole scoprire i segreti di alcune strade del centro storico, da via delle Sedie Volanti a vicolo dei Risorti, alle 17 c’è una divertente passeggiata di Marcello Troisi che spiegherà antiche tradizioni, vecchi mestieri e personaggi che hanno dato i nomi ad alcune strade (qui per prenotare). La domenica dei tour in città, si conclude alle 21 con Igor Gelarda che vi parlerà dei pugnalatori di Palermo, nel corso di una passeggiata che ruota intorno a una curiosa serie di delitti che avvenne in città nella notte dell’1 ottobre 1862 (qui per prenotare).

Ficuzza

L’escursione di domenica, infine, sarà nel verde di Ficuzza, dove si nasconde un sentiero che si immerge nel sottobosco. Qui si potranno osservare le tracce della fauna locale, la flora tipica del sottobosco mediterraneo e gli scorci indimenticabili del paesaggio della Riserva. Appuntamento alle 9 davanti alla Real Casina di caccia (qui per prenotare).

Per tutte le informazioni e prenotazioni visitare il sito www.leviedeitesori.com. È attivo, inoltre, il centro informazioni del Festival al numero 0918420000, aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18, compresi il sabato e la domenica.

Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le Vie dei Tesori News

Send this to a friend