Palermo città d’acqua e di storia: le passeggiate dell’ultimo weekend del Genio

Sabato 4 e domenica 5 giugno in programma tour guidati da docenti universitari ed esperti. Dai quartieri a sud a Barcarello al tramonto, dai luoghi dell’Oreto a quelli dei cartari, fino al waterfront che rinasce

di Marco Russo

C’è la Palermo di mare e di fiume, poi i quartieri sud che stanno diventando vere e proprie “città nella città” e le borgate marinare più a nord, da scoprire al tramonto. Sarà un weekend ricco di passeggiate il terzo e ultimo in programma per il Genio di Palermo, l’edizione primaverile delle Vie dei Tesori organizzata insieme all’Università (qui il programma).

La foce dell’Oreto

Sei passeggiate concentrate quasi tutte sabato 4 giugno dalla mattina al tramonto, che saranno guidate da docenti universitari, esperti e giornalisti. Si comincia alle 10,30 con l’architetto Daniele Ronsivalle, docente al Dipartimento di architettura dell’ateneo di Palermo con un itinerario che racconta il legame tra il fiume Oreto e la città, attraverso un percorso urbano che dal ponte dell’Ammiraglio porta a Borgo Ulivia, quartiere residenziale di edilizia pubblica (qui per prenotare).

Antiche carte da gioco

Con l’urbanista Maurizio Carta, ordinario di urbanistica e pianificazione territoriale all’Università di Palermo, ci si sposta ancora più a sud. Appuntamento sempre sabato alle 11 allo Stand Florio per una passeggiata ispirata all’alleanza tra città e natura, tra centri e margini, tra mare e vegetazione per cambiare il punto di vista sulle periferie di Palermo, da fragili margini a quartieri della città policentrica (qui per prenotare). Alla stessa ora, da piazza San Domenico, parte la passeggiata condotta dal giornalista Mario Pintagro tra i luoghi dei cartari, le maestranze di artigiani che producevano le carte da gioco (qui per prenotare).

Barcarello al tramonto

Ultima passeggiata di sabato in programma alle 18,30 a Sferracavallo, sul lungomare Barcarello, tra i profumi e i colori della riserva naturale. La docente di pedagogia all’Università di Palermo, Elena Mignosi, che è anche terapeuta di danza-movimento terapia dell’Apid, guiderà un’esperienza di ascolto profondo e di simbiosi con la natura attraverso respirazione e movimenti. Una pratica utile a promuovere le risorse creative personali per incentivare il benessere personale e sociale (qui per prenotare). Annullata invece la passeggiata prevista per sabato pomeriggio con lo storico dell’arte Sergio Intorre tra i luoghi del Genio nei diari del Grand Tour.

Il porto di Palermo

Infine, domenica 5 giugno alle 10,30, torna l’urbanista Maurizio Carta, raccontando questa volta i progetti in corso e le prospettive di rigenerazione del waterfront di Palermo. Passeggiando lungo il porto e fino alle prime parti della costa Sud si dialogherà sul rapporto della città con il mare come elemento di identità e prosperità (qui per prenotare).

Per tutte le altre informazioni sul Festival Genio di Palermo, telefonare allo 091 7745575, dalle 10 alle 18, o visitare il sito www.leviedeitesori.com.

Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le Vie dei Tesori News

Send this to a friend