Palermo città che legge: arrivano otto biblioteche

Finanziato un progetto che prevede la realizzazione di attività integrate per la promozione del libro e della lettura. Saranno coinvolte le otto circoscrizioni

di Ruggero Altavilla

Una biblioteca tematica per ogni circoscrizione di Palermo. Ciascuna con una propria identità, da valorizzare attraverso iniziative mirate all’incremento della diffusione del libro e della lettura. È il progetto “LibrOvunque”, che ha ottenuto un finanziamento di 90mila euro dal Cepell – Centro per il Libro e la Lettura – l’Istituto autonomo del Ministero per i Beni e le Attività culturali che dipende dalla Direzione generale Biblioteche e Istituti culturali. Il progetto, presentato dal Sistema bibliotecario cittadino per il bando “Città che legge 2019”, ha messo in palio, a livello nazionale, tre finanziamenti da 90mila euro ciascuno per la realizzazione di attività integrate per la promozione del libro e della lettura. Con “LibrOvunque” – fanno sapere dall’amministrazione comunale – Palermo si è classificata al primo posto della graduatoria di merito (82 punti), seguita da Napoli (79 punti) e da Catania (77 punti). L’amministrazione comunale cofinanzierà il progetto per altri 40mila euro.

Nascerà una biblioteca per ogni circoscrizione

Così – si legge nella descrizione del progetto a cura della direttrice del Sistema Bibliotecario cittadino, Eliana Calandra – nella prima circoscrizione, il centro storico, in cui oltre il venti per cento dei residenti è costituito dai “nuovi palermitani” provenienti da tutto il mondo, si troverà la “Biblioteca multiculturale”. La seconda circoscrizione, invece, si estende in zone marinare, e quindi il tema sarà quello della “Biblioteca del mare”. La terza ospiterà la “Biblioteca delle Emozioni”, nuove forme di approccio alla lettura specificamente rivolte al pubblico con qualsiasi disabilità. La “Biblioteca della città”, in relazione a celebrazioni o ricorrenze cittadine, sarà nella quarta circoscrizione; invece, nella quinta si discuterà della “Biblioteca dei suoni”. La sesta ospiterà la “Biblioteca popolare”, mentre la settima, che comprende la Riserva naturale di Monte Pellegrino e del Parco della Favorita, proporrà la “Biblioteca dell’ambiente”. Infine, l’ottava circoscrizione ospiterà la “Biblioteca dell’apprendimento”, con il coinvolgimento delle scuole.

Leoluca Orlando

“La lettura contribuisce a superare marginalità e perifericità geografiche ed esistenziali” – dichiara il sindaco Leoluca Orlando, che unitamente all’assessore alle Culture, Adham Darawsha, aggiunge: “Il Centro per il Libro e la Lettura ha premiato un progetto che vede coinvolta tutta la città, comprese le periferie, in una capillare operazione di sensibilizzazione dei lettori, soprattutto di quelli ancora potenziali, con l’obiettivo di incrementare la lettura, potente motore di sviluppo della collettività”.

“Si tratta del risultato di un percorso virtuoso – sottolinea Eliana Calandra – iniziato col riconoscimento a Palermo del titolo di Città che legge e continuato con il Patto per la Lettura, che ha connesso lettori e istituzioni operanti nel campo del libro e della lettura in una rete cittadina attiva e strutturata”.

Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le Vie dei Tesori News

Send this to a friend