Omaggio a Lizzani al cinema De Seta

Domenica la proiezione del film “Svegliati e uccidi”, aspettando la 40ma edizione dell’Efebo d’oro che si aprirà il 3 novembre

di Marco Russo

È un omaggio al cinema di Carlo Lizzani la proiezione del film “Svegliati e uccidi” che domenica si terrà al cinema De Seta, ai cantieri culturali alla Zisa,a Palermo, aspettando la 40ma edizione dell’Efebo d’oro. Il regista nel 2007 ha ricevuto il premio Efebo d’oro speciale e in vista della rassegna, che si aprirà a Palermo il 3 novembre con la coppia Castellitto – Mazzantinici sarà una serie di proiezioni a ingresso libero sono dedicate a registi che hanno fatto la storia del nostro cinema.

Qui un balordo dedito a furti d’auto e casuali rapine dopo una serie di fortunati colpi amplificati dall’eco della stampa (un giornalista conierà per lui il soprannome “solista del mitra”, per la sua abitudine di nascondere l’arma in una custodia di violino) diventa inaspettatamente uno dei banditi più famosi e ricercati nell’Italia degli anni ’60, braccato anche dalla polizia francese.

Il noir, realizzato da Carlo Lizzani (con il contributo dello sceneggiatore Ugo Pirro), è ispirato dai fatti di cronaca che portarono alla ribalta il personaggio controverso di Luciano Lutring, mediamente considerato una sorta di un antieroe popolare.

Nel film di Lizzani, secco e avvincente come era nel suo stile, in sapiente equilibrio tra azione e inchiesta, c’è un cast di grande livello nel quale spiccano Gian Maria Volonté (nei panni di un ambiguo ispettore di polizia) e l’affascinante Lisa Gastoni, vincitrice di un Nastro d’argento come migliore attrice. La colonna sonora è firmata Ennio Morricone. La proiezione di domenica 23 al cinema De Seta inizierà alle 20.45.

Noto al pubblico per i suoi film di carattere “militante”, Carlo Lizzani in realtà ha vissuto il cinema con un impegno e una versatilità poliedrica, lavorando, oltre che come regista, come sceneggiatore, critico, direttore della Mostra del Cinema di Venezia e storico.

Domenica la proiezione del film “Svegliati e uccidi”, aspettando la 40ma edizione dell’Efebo d’oro che si aprirà il 3 novembre

di Marco Russo

È un omaggio al cinema di Carlo Lizzani la proiezione del film “Svegliati e uccidi” che domenica si terrà al cinema De Seta, ai cantieri culturali alla Zisa,a Palermo, aspettando la 40ma edizione dell’Efebo d’oro. Il regista nel 2007 ha ricevuto il premio Efebo d’oro speciale e in vista della rassegna, che si aprirà a Palermo il 3 novembre con la coppia Castellitto – Mazzantinici sarà una serie di proiezioni a ingresso libero sono dedicate a registi che hanno fatto la storia del nostro cinema.

Qui un balordo dedito a furti d’auto e casuali rapine dopo una serie di fortunati colpi amplificati dall’eco della stampa (un giornalista conierà per lui il soprannome “solista del mitra”, per la sua abitudine di nascondere l’arma in una custodia di violino) diventa inaspettatamente uno dei banditi più famosi e ricercati nell’Italia degli anni ’60, braccato anche dalla polizia francese.

Il noir, realizzato da Carlo Lizzani (con il contributo dello sceneggiatore Ugo Pirro), è ispirato dai fatti di cronaca che portarono alla ribalta il personaggio controverso di Luciano Lutring, mediamente considerato una sorta di un antieroe popolare.

Nel film di Lizzani, secco e avvincente come era nel suo stile, in sapiente equilibrio tra azione e inchiesta, c’è un cast di grande livello nel quale spiccano Gian Maria Volonté (nei panni di un ambiguo ispettore di polizia) e l’affascinante Lisa Gastoni, vincitrice di un Nastro d’argento come migliore attrice. La colonna sonora è firmata Ennio Morricone. La proiezione di domenica 23 al cinema De Seta inizierà alle 20.45.

Noto al pubblico per i suoi film di carattere “militante”, Carlo Lizzani in realtà ha vissuto il cinema con un impegno e una versatilità poliedrica, lavorando, oltre che come regista, come sceneggiatore, critico, direttore della Mostra del Cinema di Venezia e storico.

Condividi
Tags

In evidenza

La Casa delle Farfalle torna a Siracusa

Il progetto di divulgazione naturalistica dal 14 febbraio sarà nuovamente ospitato all’interno del giardino dell’Artemision in piazza Duomo a Ortigia. Esperti a disposizione durante la visita spiegano il ciclo di vita degli insetti, la loro riproduzione e l'habitat

Rinascerà un’area inaccessibile del Palazzo Reale, al via il restauro della Cavallerizza

L’antico maneggio diventerà un monumentale salone per conferenze, mentre sarà avviata anche una campagna di scavi per far riemergere l’originario piano pavimentale della piazza e per studiare le strutture difensive

Si vota per il concorso Art Bonus 2023: ecco i progetti siciliani in gara

Si potrà scegliere tra i beneficiari dei fondi donati dai mecenati a sostegno della cultura. Nell’Isola selezionati gli interventi per il Teatro Greco di Siracusa, il Massimo di Palermo e l’Accademia Filarmonica di Messina

Ultimi articoli

Si vota per il concorso Art Bonus 2023: ecco i progetti siciliani in gara

Si potrà scegliere tra i beneficiari dei fondi donati dai mecenati a sostegno della cultura. Nell’Isola selezionati gli interventi per il Teatro Greco di Siracusa, il Massimo di Palermo e l’Accademia Filarmonica di Messina

Palermo, Sorgenti del Gabriele

Un piacevole senso di frescura e il gorgoglio dell’acqua accolgono il visitatore che, a Palermo,  raggiunge le sorgenti naturali ai piedi della “conigliera”, oggi...

Acireale, una mostra racchiude le opere dei Gagini nel territorio etneo

Nel Palazzo Comunale un percorso espositivo che unisce Sicilia, Calabria e Bissone, terra di origine di Domenico Gagini, capostipite della famiglia di artisti e protagonista di un “approdo” che favorì l'interscambio tra sperimentazioni d'arte nel Rinascimento

Articoli correlati