Nasce La Via delle Icone a Contessa Entellina

di Giulio Giallombardo

Un percorso che unisce idealmente la chiesa latina con quella greca. Due anime religiose che convivono a Contessa Entellina, dove è stata inaugurata nei giorni scorsi La Via delle Icone, un itinerario attraverso otto icone in stile bizantino, installate nelle strade principali del paese arbëreshë in provincia di Palermo. È una delle tappe del progetto “Mecenati di noi stessi”, promosso dall’amministrazione comunale, che in questo caso ha coinvolto il giovane artista Vincenzo Bruno, che da anni realizza icone lasciandosi ispirare dallo stile bizantino.

In questo caso, diversamente dalla tradizione, le icone sono in ceramica, per garantire una migliore conservazione delle opere. Il percorso parte con “La nascita della Madre di Dio”, davanti al santuario della Madonna della Favara, patrona di Contessa, e si conclude con la Dormizione della Vergine ai piedi della Matrice di rito greco intitolata a Maria Santissima Annunziata e San Nicolò. Tra questi due estremi, lungo l’itinerario altre sei icone che raffigurano episodi della vita di Maria, come l’ingresso al tempio; Maria abbracciata dai genitori Gioacchino e Anna; l’albero di Jesse; l’abbraccio tra la Madonna e la cugina Elisabetta; l’Annunciazione e la nascita di Gesù.

Condividi
Tags

In evidenza

Dalla villa con i bozzetti di Zeffirelli alle terrazze sull’Etna, Catania e Acireale al secondo weekend

Si visita Villa Di Bella a Viagrande, dove il regista soggiornò e donò alla proprietaria i suoi disegni di scena per "Cavalleria Rustica". Apre Castello Ursino e si sale sul camminamento di San Nicolò l'Arena. A Acireale, tra chiese e palazzi sfarzosi

Porta Nuova presa d’assalto dal popolo delle Vie dei Tesori

Porta Nuova apre per la prima volta in occasione della sedicesima edizione del festival Le Vie dei Tesori a Palermo. Già nel primo weekend tanti visitatori hanno salito gli ottanta alti gradini che dal piano di Palazzo Reale conducono fino al corridoio scoperto di collegamento tra la residenza normanna e la Porta costruita nel 1460, riedificata un secolo dopo dal viceré di Sicilia Marcantonio Colonna per celebrare l’arrivo di Carlo V

Stefania Blandeburgo si fa in cinque per Le Vie dei Tesori

Sono cinque i personaggi che l'attrice Stefania Blandeburgo interpreta per la sedicesima edizione delle Vie dei Tesori a Palermo: ognuno rivive nei suoi abiti d’epoca, con una storia da raccontare

Ultimi articoli

Le Vie dei Tesori a Alcamo tra castelli e torri, tutto pronto per il secondo weekend

Preso d'assalto nel primo fine settimana, si sale fino al Castello di Calatubo, quasi inaccessibile, e si visita quello dei Conti di Modica. Aprono sette luoghi tra cui chiese, musei, torri e un’antichissima cuba

Dalla villa con i bozzetti di Zeffirelli alle terrazze sull’Etna, Catania e Acireale al secondo weekend

Si visita Villa Di Bella a Viagrande, dove il regista soggiornò e donò alla proprietaria i suoi disegni di scena per "Cavalleria Rustica". Apre Castello Ursino e si sale sul camminamento di San Nicolò l'Arena. A Acireale, tra chiese e palazzi sfarzosi

Le Vie dei Tesori a Ragusa e Scicli: secondo weekend tra cave, palazzi e chiese

Nel Duomo del capoluogo esposte le opere sopravvissute al sisma e si sale sul campanile di San Giovanni Battista. A Scicli, terza città più visitata del festival dopo Palermo e Catania, apre Palazzo Busacca e proseguono le visite al Municipio, set del Commissario Montalbano

Articoli correlati