Monete con cannolo e passito per celebrare la Sicilia

La Zecca di Stato ha coniato una nuova collezione numismatica dedicata alle eccellenze della tradizione italiana

di Redazione

C’è il Tempio della Concordia di Agrigento insieme alla triscele, la testa con tre gambe, simbolo della Sicilia. Ma ci sono anche i cannoli accanto a un bicchiere di passito. Sono le immagini impresse nelle monete da cinque euro dedicate all’Isola, che fanno parte della nuova collezione numismatica 2021 coniata dalla Zecca di Stato. La collezione è composta da 15 soggetti ispirati a storia, arte, sport, scienza, natura ed eccellenze enogastronomiche italiane acquistabili sul portale e-commerce della Zecca italiana, oltre che nei punti vendita del Poligrafico e Zecca dello Stato dal 26 gennaio.

I cannoli e il passito sulla moneta della Sicilia

Le tematiche di questa edizione, affermano i promotori dell’iniziativa, “vogliono rappresentare un sentimento di unione e coesione nazionale che trova espressione nella celebrazione di personaggi, avvenimenti storici e artisti simbolo della nostra tradizione e della nostra cultura imprenditoriale, ma anche nella gratitudine nei confronti di chi, nell’ultimo anno segnato dalla pandemia da Covid-19, ha messo senza riserve la propria professionalità al servizio della collettività”.

La moneta di 5 euro celebrativa della Sicilia

La decisione della Zecca di dedicare alla Sicilia una delle monete celebrative è stata accolta favorevolmente dal governatore Nello Musumeci. “Alla Zecca dello Stato – ha dichiarato – va l’apprezzamento mio personale e del governo della Regione per aver voluto celebrare la Sicilia attraverso i simboli di eccellenza della nostra tradizione e cultura millenaria. Questo periodo di pandemia ha messo a dura prova due settori produttivi, come quello dell’enogastronomia e del turismo, strategici per l’economia dell’Isola. Ma riconoscimenti come questo devono spronarci a fare ancora di più e meglio affinché, passato l’incubo del Covid, la Sicilia possa tornare a essere protagonista, ritagliandosi un ruolo di primo piano al centro del Mediterraneo”.

Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le Vie dei Tesori News