“L’energia del territorio”, tra visite guidate e buon cibo

La centrale idroelettrica Alcantara di Castiglione di Sicilia, apre le porte per un evento dedicato alle eccellenze alimentari

di Marco Russo

Una giornata per celebrare la dieta mediterranea e le energie rinnovabili. La centrale idroelettrica Alcantara, in contrada Gravà, a Castiglione di Sicilia, apre le porte per un evento dedicato alle eccellenze del territorio. Domenica 10 febbraio, dalle 10 alle 17, i partecipanti avranno modo di scoprire come la sana alimentazione passi attraverso il rispetto dell’ambiente e la produzione di energia elettrica “pulita”.

L’Idimed, Istituto per la Dieta Mediterranea, insieme a Enel Green Power, danno vita a “L’energia del territorio”, una giornata all’insegna di visite guidate dell’antica centrale idroelettrica, laboratori di conoscenza e degustazione, stand espositivi ed anche un villaggio gastronomico. Un’occasione per conoscere particolarità e curiosità del mondo della biodiversità alimentare siciliana e dei corretti stili di vita, non trascurando attività ludiche e istruttive dedicate al mondo delle energie rinnovabili.

La locandina dell’evento

“È una giornata che celebra il tema dell’eco-alimentazione – spiega a Le Vie dei Tesori News, il direttore dell’Idimed, Francesca Cerami – abbiamo voluto questo evento per far capire che degustare i prodotti del territorio significa anche conoscere le tipicità ambientali e agroalimentari. Allo stesso tempo, approfittiamo dell’apertura della centrale idroelettrica per focalizzare l’attenzione sull’acqua, intesa come energia per la vita. Abbiamo, quindi, invitato alcuni imprenditori locali, che ci faranno degustare le loro eccellenze, tutte produzioni locali che rispettano il biologico e la sostenibilità”.

All’interno del villaggio gastronomico allestito per l’occasione, saranno organizzati laboratori di conoscenza e degustazione che avranno come protagonisti i produttori del territorio, con eccellenze come le noci di Motta Camastra, le nocciole del Parco dei Nebrodi, il miele “Millefiori” dell’azienda “Lu Miele” e i vini “Etna Doc” prodotti alle pendici del vulcano. Saranno presenti anche gli studenti dell’istituto alberghiero di Giarre, che insieme ai docenti hanno preparato biscotti e pane con le noci. I partecipanti potranno, infine, conoscere alcune pubblicazioni Idimed in tema di alimentazione che raccontano le verdure spontanee di Sicilia o i menu della dieta mediterranea.

L’accesso alla centrale è consentito solo dopo la registrazione che potrà avvenire in loco durante la manifestazione, oppure inviando una email all’indirizzo : energiadelterritorio@gmail.com, indicando il numero di visitatori interessati e i dati anagrafici.

La centrale idroelettrica Alcantara di Castiglione di Sicilia, apre le porte per un evento dedicato alle eccellenze alimentario

di Marco Russo

Una giornata per celebrare la dieta mediterranea e le energie rinnovabili. La centrale idroelettrica Alcantara, in contrada Gravà, a Castiglione di Sicilia, apre le porte per un evento dedicato alle eccellenze del territorio. Domenica 10 febbraio, dalle 10 alle 17, i partecipanti avranno modo di scoprire come la sana alimentazione passi attraverso il rispetto dell’ambiente e la produzione di energia elettrica “pulita”.

L’Idimed, Istituto per la Dieta Mediterranea, insieme a Enel Green Power, danno vita a “L’energia del territorio”, una giornata all’insegna di visite guidate dell’antica centrale idroelettrica, laboratori di conoscenza e degustazione, stand espositivi ed anche un villaggio gastronomico. Un’occasione per conoscere particolarità e curiosità del mondo della biodiversità alimentare siciliana e dei corretti stili di vita, non trascurando attività ludiche e istruttive dedicate al mondo delle energie rinnovabili.

La locandina dell’evento

“È una giornata che celebra il tema dell’eco-alimentazione – spiega a Le Vie dei Tesori News, il direttore dell’Idimed, Francesca Cerami – abbiamo voluto questo evento per far capire che degustare i prodotti del territorio significa anche conoscere le tipicità ambientali e agroalimentari. Allo stesso tempo, approfittiamo dell’apertura della centrale idroelettrica per focalizzare l’attenzione sull’acqua, intesa come energia per la vita. Abbiamo, quindi, invitato alcuni imprenditori locali, che ci faranno degustare le loro eccellenze, tutte produzioni locali che rispettano il biologico e la sostenibilità”.

All’interno del villaggio gastronomico allestito per l’occasione, saranno organizzati laboratori di conoscenza e degustazione che avranno come protagonisti i produttori del territorio, con eccellenze come le noci di Motta Camastra, le nocciole del Parco dei Nebrodi, il miele “Millefiori” dell’azienda “Lu Miele” e i vini “Etna Doc” prodotti alle pendici del vulcano. Saranno presenti anche gli studenti dell’istituto alberghiero di Giarre, che insieme ai docenti hanno preparato biscotti e pane con le noci. I partecipanti potranno, infine, conoscere alcune pubblicazioni Idimed in tema di alimentazione che raccontano le verdure spontanee di Sicilia o i menu della dieta mediterranea.

L’accesso alla centrale è consentito solo dopo la registrazione che potrà avvenire in loco durante la manifestazione, oppure inviando una email all’indirizzo : energiadelterritorio@gmail.com, indicando il numero di visitatori interessati e i dati anagrafici.

Condividi
Tags

In evidenza

Stefania Blandeburgo si fa in cinque per Le Vie dei Tesori

Sono cinque i personaggi che l'attrice Stefania Blandeburgo interpreta per la sedicesima edizione delle Vie dei Tesori a Palermo: ognuno rivive nei suoi abiti d’epoca, con una storia da raccontare

Nell’aula bunker il racconto del Maxiprocesso con cronisti e magistrati

Il Maxiprocesso dalla voce di chi c’era: i cronisti di mafia e i magistrati raccontano quei mesi. Apre al pubblico durante il festival Le Vie dei Tesori l'aula bunker del carcere Ucciardone di Palermo. Al primo weekend pieno di visitatori sono intervenuti: il giudice Giuseppe Ayala, il videomaker Giuseppe Di Lorenzo e l’allora cronista di giudiziaria Marcello Barbaro

Le Vie dei Tesori a Scicli tra palazzi, chiese e il set del Commissario Montalbano

Tredici sono i luoghi nella cittadina ragusana, dove si è girata la famosa fiction. Aprono tre dimore nobiliari, si visita la collezione del Gruppo di Scicli e si scende nella Grotta delle Cento scale. Coinvolti 40 studenti e le guide in Lingua dei segni

Ultimi articoli

Le Vie dei Tesori sfiora trentamila visite nel primo weekend di ottobre

Ricco fine settimana del festival in dieci città. Palermo arriva quasi a 19mila visitatori mentre le altre insieme superano i 10mila. Santa Caterina il luogo più amato nel capoluogo, seguita dal Politeama. Il lavatoio medievale di Cefalù supera i 500 visitatori. In tanti anche a Trapani e Termini Imerese che hanno aggiunto due giorni in più

Stefania Blandeburgo si fa in cinque per Le Vie dei Tesori

Sono cinque i personaggi che l'attrice Stefania Blandeburgo interpreta per la sedicesima edizione delle Vie dei Tesori a Palermo: ognuno rivive nei suoi abiti d’epoca, con una storia da raccontare

Nell’aula bunker il racconto del Maxiprocesso con cronisti e magistrati

Il Maxiprocesso dalla voce di chi c’era: i cronisti di mafia e i magistrati raccontano quei mesi. Apre al pubblico durante il festival Le Vie dei Tesori l'aula bunker del carcere Ucciardone di Palermo. Al primo weekend pieno di visitatori sono intervenuti: il giudice Giuseppe Ayala, il videomaker Giuseppe Di Lorenzo e l’allora cronista di giudiziaria Marcello Barbaro

Articoli correlati