Le Vie dei Tesori svela il Monopoly dedicato a Palermo

Presentato in piazza Verdi, davanti al Teatro Massimo, il tabellone dello storico gioco da tavola nell’edizione realizzata per il capoluogo. Per la prima volta approfondimenti sui luoghi e itinerari accessibili con QRcode curati dalla Fondazione

di Redazione

Il tabellone del Monopoly in piazza Verdi

Anche Palermo ha il suo Monopoly: ci sono le strade più conosciute, i mercati, le attività; e gli angoli, le vie, i monumenti da scoprire – per la prima volta nella storia del Monopoly – tramite QRcode. Insomma, qualcosa di più di un semplice gioco da tavolo, un’immersione nella città a 360 gradi, come è abitudine delle Vie dei Tesori.

La scatola del Monopoly nel gazebo delle Vie dei Tesori

E sarà la città a giocare sull’enorme tabellone in piazza Verdi: laboratori tematici per bambini, percorsi e approfondimenti. Basta gettare i dadi e si potrà avvicinare Palermo. Il tabellone del Monopoly Palermo è stato svelato oggi alla presenza del sindaco Roberto Lagalla, del prorettore Enrico Napoli, dell’assessore all’Urbanistica Maurizio Carta, di Laura Anello, presidente della Fondazione Le Vie dei Tesori, di Fausto Cerutti, head of Italy di WinningMoves.

 

Presenti anche i tanti partner che hanno voluto sposare il progetto, GNV, l’Università, Amg Gas srl (era presente l’amministratore delegato  Vitale Muia), il gruppo editoriale Giornale di Sicilia (due le caselle, Rgs e Tgs) con il suo direttore responsabile, Marco Romano, Pamela Villoresi per il Teatro Biondo, poi Teatro Massimo, Sellerio, Tomasello, Libreria Dudi, Cappadonia, Genchi estreme, Gruppo Semilia, Buatta, Ferramenta, Contorno, Museo Pasqualino, Villa Tasca, Demma, Sala, Marina di Libri, Ipershop, Monti Caffè, AjaMola, Le Angeliche, Terranova, ItaloBelga, Casa Florio, Dabliu, Coalma, Circolo Velico.

Laura Anello sul maxi tabellone del Monopoly

Cinque giorni che segneranno anche il gran finale del festival che finora ha messo insieme 150mila presenze negli scorsi quattro weekend. Il gioco del Monopoly Palermo è disponibile al gazebo delle Vie dei Tesori in piazza Verdi, in collaborazione con la società editrice. E sempre dal gazebo è stata lanciata una raccolta fondi per il restauro di un bene della città, finanziato attraverso la vendita delle T Shirt e dei gadget del Festival, ma anche con i contributi per la Experienze Monopoly e i laboratori realizzati per l’occasione.

Un momento della presentazione

Sul maxi-tabellone in piazza, infatti, si potrà soprattutto giocare con la Experience Monopoly in collaborazione con Curiocity, che andrà avanti fino a domenica, ogni giorno dalle 10 alle 18. Ogni mezz’ora piccoli giochi e curiosità per bambini e adulti scoprendo insieme i luoghi della città. Ogni casella, un gioco (qui per prenotare).

Sabato e domenica al gazebo i laboratori di urbanistica partecipata dalle 10 alle 18, a gruppi di massimo 15 persone. I partecipanti, da 6 a 99 anni, saranno guidati a costruire la propria città immaginaria (qui per prenotare).

Condividi
Tags

In evidenza

Tra moda e devozione, l’omaggio a Sant’Agata degli allievi dell’Accademia di Belle Arti

Un concorso di moda, una sfilata e una mostra di abiti e costumi progettati e realizzati dagli studenti in occasione delle celebrazioni per la Patrona di Catania. Sfilano 180 modelle reclutate in tutti i quartieri della città

Piazza Duomo a Cefalù cambia volto, partono i lavori per la nuova pavimentazione

Le opere di manutenzione di uno dei luoghi più fotografati al mondo vedranno la messa in posa di un nuovo basolato in marmo di Billiemi, come come approvato dalla Soprintendenza ai Beni culturali

A Palermo la Conferenza internazionale sulla musica

Incontri, workshop, conferenze e seminari per la seconda edizione della Sicily Music Conference: dalla tecnologia all’ecosostenibilità, dal diritto d'autore all'accessibilità. Tre giorni di dibattiti ai Cantieri Culturali alla Zisa e in altre sedi diffuse

Ultimi articoli

Si vota per il concorso Art Bonus 2023: ecco i progetti siciliani in gara

Si potrà scegliere tra i beneficiari dei fondi donati dai mecenati a sostegno della cultura. Nell’Isola selezionati gli interventi per il Teatro Greco di Siracusa, il Massimo di Palermo e l’Accademia Filarmonica di Messina

Palermo, Sorgenti del Gabriele

Un piacevole senso di frescura e il gorgoglio dell’acqua accolgono il visitatore che, a Palermo,  raggiunge le sorgenti naturali ai piedi della “conigliera”, oggi...

Acireale, una mostra racchiude le opere dei Gagini nel territorio etneo

Nel Palazzo Comunale un percorso espositivo che unisce Sicilia, Calabria e Bissone, terra di origine di Domenico Gagini, capostipite della famiglia di artisti e protagonista di un “approdo” che favorì l'interscambio tra sperimentazioni d'arte nel Rinascimento

Articoli correlati