Le Vie dei Tesori 2022, i volti del festival

Video di Rosaura Bonfardino

Si chiude la sedicesima edizione del festival Le Vie dei Tesori con numeri da pre pandemia: superate le 250mila presenze. Palermo sfiora i 166 mila visitatori e Catania i 17mila. Numeri inattesi a Scicli e a Termini Imerese, grande exploit di Alcamo, riparte Messina, le tre città del Trapanese quasi a 16mila. Ottime conferme a Enna e Ragusa, raddoppia Caltanissetta In tanti a Bagheria, Cefalù e Carini. Anche Mantova raddoppia. Pieni di visitatori entusiasti i Borghi dei Tesori. Indice di gradimento al 91 per cento, aumentano i turisti.

In questo video alcuni momenti del festival, con i volti di volontari e visitatori che hanno partecipato.

Condividi
Tags

In evidenza

La Palermo degli anni Trenta rivive in una mostra

All’Albergo delle Povere un allestimento racconta la città di un secolo fa attraverso oggetti originali, filmati storici, pannelli esplicativi e ricostruzioni tridimensionali

Svelato il soffitto trecentesco del monastero di Santa Caterina

Nascosto al di sopra della volta della sacrestia, un prezioso tetto ligneo decorato simile a quello dello Steri. Si può ammirare attraverso una app realizzata dall’Università di Palermo. Esposto anche un raro affresco medievale scoperto durante il restauro

Nascerà un itinerario geologico lungo la scogliera di Cefalù

Un percorso tematico per la valorizzazione dei fossili sarà realizzato grazie alla collaborazione tra il Comune e il Parco delle Madonie, con la partecipazione dell'Università di Palermo. Saranno installate targhe e codici Qr per informazioni sul sito in tempo reale

Ultimi articoli

A Lentini è scontro per la gestione di Palazzo Beneventano

Monta la polemica tra il Comune e i privati per l’affidamento dell’ex residenza nobiliare diventata polo culturale. L’amministrazione ha invitato la cooperativa Badia Lost & Found a riconsegnare i locali del bene revocando la concessione

Il Duomo di Cefalù si prepara a rinascere, al via i lavori di restauro

Gli interventi finanziati con due milioni di euro dalla Regione Siciliana interesseranno le coperture, gli esterni e gli apparati decorativi del monumento normanno, che è parte del patrimonio Unesco. Le imprese avranno 365 giorni per ultimare le opere

Svelato il soffitto trecentesco del monastero di Santa Caterina

Nascosto al di sopra della volta della sacrestia, un prezioso tetto ligneo decorato simile a quello dello Steri. Si può ammirare attraverso una app realizzata dall’Università di Palermo. Esposto anche un raro affresco medievale scoperto durante il restauro

Articoli correlati