Le sculture di Umberto Mastroianni in mostra a Lipari

Torna l’arte contemporanea al Parco archeologico delle Eolie con tredici opere che ripercorrono sessant’anni di attività del maestro

di Redazione

L’immobilità del modello classico, la sperimentazione astrattista del dopoguerra, la lezione di Boccioni, la conquista del movimento – sublime ossimoro per uno scultore – seguendo la potente attrazione che fu del futurismo. Dal 25 luglio e fino al 4 novembre 2020 il Parco Archeologico delle Isole Eolie ospita la mostra “Umberto Mastroianni a Lipari. Opere 1931-1992”, a cura di Giordano Bruno Guerri: tredici sculture in bronzo o acciaio realizzate dall’artista nell’arco di sessant’anni di attività. Allestita fra le sale del Museo Archeologico Bernabò Brea e gli spazi esterni del parco archeologico nell’area dello storico Castello di Lipari, la mostra riavvia la sezione di Arte contemporanea del polo museale iniziata nel 2015 nell’ala dell’ex carcere con il progetto “Mare Motus” e che, nucleo iniziale della collezione permanente, riunisce da allora opere ed installazioni “site specific” di artisti come Plessi, de Conciliis, Pizzi Cannella, Paladino, Mitoraj e molti altri.

“Ragazzo fiorentino”, scultura in bronzo del 1931

Organizzata per il Parco Archeologico delle Isole Eolie, diretto da Rosario Vilardo e dal Centro Studi Opera di Umberto Mastroianni, presieduto da Lorenzo Zichichi, la mostra si inaugura a Lipari sabato 25 luglio, alle 19, con l’assessore regionale dei Beni Culturali, Alberto Samonà, che ha sostenuto l’iniziativa. Interverranno Paola Molinengo Costa e Lorenzo Zichichi, che curerà la realizzazione del catalogo della mostra con immagini delle sculture ritratte nella scenografia straordinaria del museo e del parco archeologico. “Questa mostra di Mastroianni a Lipari – commenta l’assessore Samonà – lega il Museo Archeologico alle ex carceri, trasformate da Lorenzo Zichichi e dalla indimenticata Lea Mattarella in un’ala dedicata all’arte contemporanea: mi piace immaginare l’artista ascritto tra i nomi da leggenda della magica e misterica Lipari: Eolo, Ulisse, Liparo, san Calogero e san Bartolomeo, diventandone un Genius Loci contemporaneo. Le Eolie non sono solo panorami mozzafiato, restituiscono quella capacità di ricongiungimento interiore che il Covid ci ha aiutato a recuperare”.

Umberto Mastroianni col nipote Marcello

“Ho sempre avuto bisogno di spazio, altura, di verde attorno a me, per poter lavorare bene”. Così si raccontava Umberto Mastroianni, uno degli scultori più acclamati del Novecento italiano e zio del celeberrimo attore Marcello. Dopo una prima tappa a Erice nel 2019, negli spazi dell’Istituto Wigner-San Francesco della Fondazione Ettore Majorana, la mostra di Umberto Mastroianni approda a Lipari sulle alture della rocca del Castello e sarà allestita in parte all’interno del museo archeologico Bernabò Brea, in parte all’esterno.

L’esposizione sarà visitabile tutti i giorni, dalle 9 alle 19.

Condividi
Tags

In evidenza

A Cefalù si celebra il centenario dell’archeologo Sabatino Moscati

Giornata di studi organizzata dal Comune e dalla sede locale dell'Archeoclub per ricordare il celebre studioso che, tra l'altro, contribuì alla realizzazione del museo di Mozia e condusse diversi scavi nell’isola

Cantiere aperto al museo Pepoli di Trapani per il restauro di tre tele del Seicento

Si tratta di “nature morte”, un genere molto diffuso tra ‘600 e ‘700, utilizzato spesso nelle dimore signorili come arredo dei sontuosi saloni da pranzo

Menfi proclamata Città Italiana del Vino 2023

La cerimonia di passaggio delle consegne ha avuto luogo a Duino Aurisina, in Friuli. La commissione ha premiato il dossier della cittadina agrigentina per la varietà delle proposte nei diversi ambiti della cultura enologica

Ultimi articoli

Svelato il soffitto trecentesco del monastero di Santa Caterina

Nascosto al di sopra della volta della sacrestia, un prezioso tetto ligneo decorato simile a quello dello Steri. Si può ammirare attraverso una app realizzata dall’Università di Palermo. Esposto anche un raro affresco medievale scoperto durante il restauro

A lezione di felicità col maestro buddista Tsenshab Serkong Rinpoce

Il giovane lama sarà a Palermo per una tre giorni organizzata dal Centro Muni Gyana, preceduta da una conferenza aperta che si svolgerà ai Cantieri Culturali alla Zisa

La Palermo degli anni Trenta rivive in una mostra

All’Albergo delle Povere un allestimento racconta la città di un secolo fa attraverso oggetti originali, filmati storici, pannelli esplicativi e ricostruzioni tridimensionali

Articoli correlati