Tutte le novità del SalinaDocFest

Dall’arte perduta della pesca dei tonni filmata dal pluripremiato fotografo Zizola, alla presentazione di “Lazzaro felice” di Alice Rohrwacher, fino all’omaggio a una pioniera dei viaggi avventura, Marcella Pedone. Incontri e anteprime della rassegna in programma dal 13 settembre e dedicata ai documentari

di Marco Russo

L’eterno conflitto tra uomo e natura, il ritratto di un’Italia che non c’è più, l’importanza della bontà tra gli uomini: sono alcuni dei temi affrontati nei film in programma alla prossima edizione del SalinaDocFest, il festival cinematografico diretto da Giovanna Taviani che si terrà dal 13 al 15 settembre nell’isola eoliana.

Evento speciale sarà “As if we were tuna” diretto dal fotografo Francesco Zizola, antropologo di formazione e vincitore del World Press Photo of the Year nel 1996. Realizzato durante due stagioni di pesca al tonno rosso nelle ultime tonnare operative nel Mediterraneo, in Sardegna, il documentario, che riceverà il premio Lady Wilmar fotografia, si sofferma sul mare e sull’antica sapienza dei pescatori in via di scomparsa, offrendo una visione complessa di questo antico e sostenibile metodo di pesca. Una metafora dell’eterno conflitto tra l’uomo e la natura.

Lo sguardo rimane rivolto al mare con l’omaggio a una pioniera dei viaggi avventura, cioè Marcella Pedone, a cura di Stefano Missio e realizzato in collaborazione con La Fondazione Cineteca Italiana e con MIC – Museo Interattivo del Cinema Fondazione Cineteca Nazionale. La Pedone, classe 1919, è stata una fotografa freelance che, contando solo sui propri mezzi, ha percorso l’Italia tra la metà degli anni ’50 e l’inizio dei ’60 con la sua roulotte e una pesante cinepresa. Il suo compito era girare filmati per conto della Ferrania, l’azienda ligure produttrice di pellicola a colori che le aveva commissionato le campagne promozionali. La compagnia, però, non utilizzò mai quei filmati che sono diventati una testimonianza storica di un mondo che stava scomparendo.

“Lazzaro Felice” di Alice Rohrwacher sarà il protagonista della sezione Sguardi di Cinema, venerdì 14 settembre. Lazzaro è un ragazzo che non sa neppure di chi è figlio ma che è comunque grato di stare al mondo, ma qual è il posto, e il ruolo, della bontà fra gli uomini? Il film sarà preceduto da un incontro con i due protagonisti Adriano Tardiolo (Lazzaro) e Luca Chikovani (Tancredi giovane), moderato da Enrico Magrelli.

Il SalinaDocFest, tra i principali festival internazionali dedicati al documentario, è promosso dal comune di Santa Marina, da quello di Malfa e da Salina Isola Verde – Associazione Albergatori di Salina, con il sostegno del MiBACT.

Dall’arte perduta della pesca dei tonni filmata dal pluripremiato fotografo Zizola, alla presentazione di “Lazzaro felice” di Alice Rohrwacher, fino all’omaggio a una pioniera dei viaggi avventura, Marcella Pedone. Incontri e anteprime della rassegna in programma dal 13 settembre e dedicata ai documentari

di Marco Russo

L’eterno conflitto tra uomo e natura, il ritratto di un’Italia che non c’è più, l’importanza della bontà tra gli uomini: sono alcuni dei temi affrontati nei film in programma alla prossima edizione del SalinaDocFest, il festival cinematografico diretto da Giovanna Taviani che si terrà dal 13 al 15 settembre nell’isola eoliana.

Evento speciale sarà “As if we were tuna” diretto dal fotografo Francesco Zizola, antropologo di formazione e vincitore del World Press Photo of the Year nel 1996. Realizzato durante due stagioni di pesca al tonno rosso nelle ultime tonnare operative nel Mediterraneo, in Sardegna, il documentario, che riceverà il premio Lady Wilmar fotografia, si sofferma sul mare e sull’antica sapienza dei pescatori in via di scomparsa, offrendo una visione complessa di questo antico e sostenibile metodo di pesca. Una metafora dell’eterno conflitto tra l’uomo e la natura.

Lo sguardo rimane rivolto al mare con l’omaggio a una pioniera dei viaggi avventura, cioè Marcella Pedone, a cura di Stefano Missio e realizzato in collaborazione con La Fondazione Cineteca Italiana e con MIC – Museo Interattivo del Cinema Fondazione Cineteca Nazionale. La Pedone, classe 1919, è stata una fotografa freelance che, contando solo sui propri mezzi, ha percorso l’Italia tra la metà degli anni ’50 e l’inizio dei ’60 con la sua roulotte e una pesante cinepresa. Il suo compito era girare filmati per conto della Ferrania, l’azienda ligure produttrice di pellicola a colori che le aveva commissionato le campagne promozionali. La compagnia, però, non utilizzò mai quei filmati che sono diventati una testimonianza storica di un mondo che stava scomparendo.

“Lazzaro Felice” di Alice Rohrwacher sarà il protagonista della sezione Sguardi di Cinema, venerdì 14 settembre. Lazzaro è un ragazzo che non sa neppure di chi è figlio ma che è comunque grato di stare al mondo, ma qual è il posto, e il ruolo, della bontà fra gli uomini? Il film sarà preceduto da un incontro con i due protagonisti Adriano Tardiolo (Lazzaro) e Luca Chikovani (Tancredi giovane), moderato da Enrico Magrelli.

Il SalinaDocFest, tra i principali festival internazionali dedicati al documentario, è promosso dal comune di Santa Marina, da quello di Malfa e da Salina Isola Verde – Associazione Albergatori di Salina, con il sostegno del MiBACT.

Hai letto questi articoli?
Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le Vie dei Tesori News

Send this to a friend