La musica spicca il volo all’aeroporto di Boccadifalco

Visita speciale per Le Vie dei Tesori, domenica 27 ottobre. Arricchirà la giornata un concerto dei giovani strumentisti dell’orchestra dell’Istituto “Don Rizzo” di Ciminna

di Marco Russo

Note tra gli aeroplani a Boccadifalco. Quella di domenica prossima, 27 ottobre, sarà una giornata speciale per Le Vie dei Tesori. I giovani strumentisti dell’orchestra dell’indirizzo musicale dell’Istituto comprensivo statale “Don Rizzo” di Ciminna, a partire dalle 9, si esibiranno in un concerto, insieme ad alcuni studenti dell’Istituto superiore “D’Alessandro” dello stesso paese. Le visite all’aeroporto, sempre molto gettonate in occasione del festival, solo per una giornata, saranno arricchite dalle esibizioni degli studenti con un programma che comprende l’inno nazionale di Mameli, quello alla “gioia” dalla Nona sinfonia di Beethoven, “Canzonetta” di Mozart, il “Gran valzer brillante” di Verdi, che risuona nel film “Il Gattopardo” di Visconti, e per finire “Mack the Knife” di Weill.

L’orchestra dell’Istituto “Don Rizzo”

I giovani musicisti saranno guidati dai professori Francesco Crispiniano, Paola Bruno, Irene Maria Salerno, Roberto Peroverde Cannarozzo e Carmelo Sciacchitano, rispettivamente docenti di corno, oboe, pianoforte, chitarra e musica. L’orchestra comprenderà un organico composto da corni, chitarre, clarinetti, oboi, percussioni, pianoforti, sax e, in occasione delle visite, durante il percorso, si esibirà anche una piccola orchestra fiati “itinerante” composta da alunni, docenti e collaboratori scolastici dell’Istituto comprensivo, che eseguiranno alcune marce di Renato Soglia e Viaris.

Rifugio antiaereo dell’aeroporto di Boccadifalco

L’orchestra, nata nel 2012 con l’avvio del corso ad indirizzo musicale nella scuola secondaria di primo grado, negli anni è stata apprezzata in diverse manifestazioni, rassegne e competizioni musicali, ottenendo buoni consensi di pubblico e di critica. “L’iniziativa permetterà alla scuola di mettere le ali e di volare in alto esattamente come fanno gli aeroplani – si legge in una nota – . Sarà un giorno speciale in cui la cultura musicale, che si alimenta quotidianamente all’interno di un’istituzione scolastica di primo grado si fonderà con la cultura aeronautica, consentendo ai visitatori di vivere importanti emozioni”.

Per visitare l’aeroporto di Boccadifalco potete scegliere tra due percorsi. Il primo senza prenotazione (qui per i coupon) con l’hangar e il rifugio antiaereo; il secondo percorso con prenotazione (qui per prenotare) comprende la torre di controllo, i due bunker e il giardino dell’antica Villa Natoli.

Hai letto questi articoli?
Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le vie dei Tesori News

Send this to a friend