Il sogno scomposto di Palermo, videomapping sul Politeama

Un racconto visivo di Alessio Cassaro prenderà vita sulla facciata del teatro. Cinque studentesse dell’Accademia di Belle Arti si sfideranno in un contest di light performance

di Redazione

Cinque videomapping, pronti a fronteggiarsi a colpi di light performance, lumen, immagini. Una disfida in piena regola – interamente in streaming – che si srotolerà sotto l’occhio vigile di esperti internazionali come Alessio Cassaro, ceo di Antaless Visual Design, che proporrà il suo di videomapping, elegante, etereo, immaginifico, un flusso ininterrotto di immagini e suoni che avvolgerà il Politeama Garibaldi, a Palermo, il 28, 29 e 30 dicembre.

Videomapping al Politeama

Sarà la prima volta che il teatro del capoluogo siciliano verrà investito da un progetto visivo di questa portata, finora i siti scelti erano stati nel cuore del centro storico, o su palazzi monumentali: stavolta no, il “teatro del popolo” di Damiani Almeyda, sarà la tela vuota, il display liquido che accoglierà un impressionante racconto visivo di grande impatto. A capitoli, visto che scenderanno in campo gli studenti – anzi, cinque studentesse – dell’Accademia di Belle Arti di Palermo pronti a sfidarsi in un contest audio-video.

Il progetto Triskelion

All’inizio delle tre serate di proiezioni, il videomapping di Alessio Cassaro, che firma la direzione artistica del Palermo Light Festival, da lunedì 28 a mercoledì 30 dicembre, dalle 22 sui canali social di Bauhaus Ev; e martedì  29 – anche sui canali social de Le Vie dei Tesori, partner dell’iniziativa. Un vero e proprio storytelling in realtà aumentata: immagini, colori e movimenti prenderanno vita sulla facciata del teatro creando spettacolari effetti visivi in 3D. Palermo Light Festival è un progetto di Bauhaus Ev. – realtà rodata sul territorio in grado di organizzare eventi da grandi numeri, vedi il BeerBubbles o la logistica de Le Vie dei Tesori – che viene offerto alla città a chiusura di questo anno difficile che sta colpendo soprattutto chi lavora nello spettacolo e nel turismo. Il progetto è sostenuto dalla Presidenza dell’Assemblea regionale Siciliana, dall’onorevole questore dell’Ars, Salvatore Siragusa, e dall’assessorato regionale al Turismo.

Videomapping al Politeama

Alessio Cassaro con il lighting designer Massimo Tomasino, lo scenografo Fabrizio Lupo e l’organizzatore teatrale Sandro Tranchina, formeranno la giuria che dovrà scegliere il miglior videomapping tra quelli che parteciperanno al contest, selezionati dalla talent scout Serena Pantaleo tra gli studenti più qualificati nel campo dell’Accademia di Belle Arti. Il vincitore si aggiudicherà uno stage formativo presso l’Antaless Visual Design e una Suite Adobe Creative.

“Triskelion” è il mio regalo a Palermo – dice Cassaro, che sta donando il suo videomapping alla città – una cascata di fantasie luminose, declinata sulla facciata del Politeama; virtuosismi perfetti di chi, come me, ama profondamente questa città. È giunto il momento di tirar fuori la sua anima viva e autentica, oltre che arcaica: la Triscele, il simbolo celtico a cui si ispira la Trinacria, coincide col movimento, con i suoi significati stratificati, è figura dell’eterno divenire, della continuità vita-morte-rinascita che governa il cosmo. Ed è un segno magico, un talismano che protegge chi lo porta”.

Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le Vie dei Tesori News

Send this to a friend