I siti Unesco rinascono in digitale, al via laboratori multimediali

Entra nel vivo il progetto iHeritage, con i living lab gratuiti all’insegna delle nuove tecnologie

di Redazione

Le nuove tecnologie si mettono al servizio dei beni culturali nel progetto iHeritage. Un’iniziativa che vede riuniti insieme i siti Unesco in Sicilia, insieme a quelli degli altri cinque Paesi del Mediterraneo: Spagna, Egitto, Giordania, Portogallo e Libano (ve ne abbiamo parlato qui). I siti saranno valorizzati e resi fruibili attraverso contributi multimediali grazie ai quali i visitatori potranno immergersi in un ciclo di visite virtuali ed esperienze aumentate.

La Cattedrale di Palermo in una elaborazione grafica su modello 3D (di Ignazio Pillitteri)

Ricostruzioni archeologiche virtuali, audioguide in realtà aumentata, mostre olografiche, visori in realtà aumentata e virtuale, sono soltanto alcuni dei prodotti innovativi che verranno sviluppati all’interno dei living lab: percorsi formativi gratuiti aperti agli studenti, ricercatori, giovani creativi, start up, piccole e medie imprese, pubbliche amministrazioni nel corso dei quali saranno organizzati seminari, workshop, corsi di formazione che, tra gli argomenti trattati, comprenderanno anche tutorial per la realizzazione di prodotti tecnologici innovativi in realtà virtuale e aumentata.

Ricostruzione con realtà aumentata nella piazza di Ortigia

L’ 8 marzo saranno presentati tre living lab siciliani organizzati dal Dipartimento del Turismo, dello Sport e dello Spettacolo della Regione siciliana (capofila del progetto), dall’associazione Circuito Castelli e Borghi Medioevali (ideatrice di iHeritage e partner di progetto) e dal Dipartimento di Architettura dell’Università di Palermo (partner di progetto e coordinatore dei Living Lab). Gli utenti saranno guidati in un percorso di sviluppo attraverso il quale entreranno in possesso delle conoscenze di base necessarie per sviluppare i prodotti tecnologici previsti dal progetto.

Il living lab organizzato dal Circuito Castelli e Borghi Medievali giungerà anche alla creazione del primo Registro delle Eredità Immateriali dei paesi del Mediterraneo (Reim) e di contenuti in realtà aumentata e virtuale legati alla Dieta Mediterranea.

Per partecipare gratuitamente ai living lab basta cliccare su https://forms.gle/wHXZbUNy6jMf272R6

Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le Vie dei Tesori News

Send this to a friend