“Giganti” in scena al Teatro Libero nel segno di Pirandello

Lo spettacolo ideato e diretto da Lia Chiappara, seconda anteprima della 51esima stagione, debutta venerdì 12 ottobre

di Redazione

Le suggestioni dell’ultima fiaba teatrale di Luigi Pirandello, “I giganti della montagna”, hanno ispirato il nuovo allestimento del Teatro Libero di Palermo, dove, venerdì 12 ottobre alle 21,15, andrà in scena “Gi gan ti”, seconda anteprima della 51esima stagione, ideato e diretto da Lia Chiappara.

“Lo spettacolo – spiega la regista – propone l’idea profonda di teatro come arte non impossibile ma fragile e precaria, perennemente in bilico fra gli impulsi dell’invenzione fantastica e le risorse dell’abilità pratica”. A partire da questi temi de “I giganti della montagna”, chiarisce la regista “il lavoro prova ad esplorare il problema dell’autonomia dell’arte, condizione da sempre vissuta da ogni artista, non senza lacerazioni e contraddizioni”.

Gli scalognati, candidi illusi, ubriachi di infinito, fuori dalla vita perché giocano “vite”. I comici, fuori dalla realtà perché attori, e attori non accettati dal pubblico per la loro poetica. I due mondi s’incontrano, in una villa, in un luogo immaginifico dove realtà e sogno si confondono. “Un luogo misterioso – prosegue Chiappara – dove tutto è possibile. Dall’incontro di questi due mondi riparte la tragica dialettica sull’arte, sulla poesia, sull’uomo”.

Lo spettacolo vedrà in scena Matteo Anselmi, Roberta Belforte, Alice Canzonieri, Gloria Carovana, Vincenzo Costanzo, Massimo Rigo, Silvia Scuderi e Giuseppe Vignieri. Le musiche sono di Antonio Guida. Repliche: sabato 13, venerdì 19, sabato 20 ottobre. Per informazioni e prenotazioni telefonare allo 0916174040 oppure al 392.9199609.

Lo spettacolo ideato e diretto da Lia Chiappara, seconda anteprima della 51esima stagione, debutta venerdì 12 ottobre

di Redazione

Le suggestioni dell’ultima fiaba teatrale di Luigi Pirandello, “I giganti della montagna”, hanno ispirato il nuovo allestimento del Teatro Libero di Palermo, dove, venerdì 12 ottobre alle 21,15, andrà in scena “Gi gan ti”, seconda anteprima della 51esima stagione, ideato e diretto da Lia Chiappara.

“Lo spettacolo – spiega la regista – propone l’idea profonda di teatro come arte non impossibile ma fragile e precaria, perennemente in bilico fra gli impulsi dell’invenzione fantastica e le risorse dell’abilità pratica”. A partire da questi temi de “I giganti della montagna”, chiarisce la regista “il lavoro prova ad esplorare il problema dell’autonomia dell’arte, condizione da sempre vissuta da ogni artista, non senza lacerazioni e contraddizioni”.

Gli scalognati, candidi illusi, ubriachi di infinito, fuori dalla vita perché giocano “vite”. I comici, fuori dalla realtà perché attori, e attori non accettati dal pubblico per la loro poetica. I due mondi s’incontrano, in una villa, in un luogo immaginifico dove realtà e sogno si confondono. “Un luogo misterioso – prosegue Chiappara – dove tutto è possibile. Dall’incontro di questi due mondi riparte la tragica dialettica sull’arte, sulla poesia, sull’uomo”.

Lo spettacolo vedrà in scena Matteo Anselmi, Roberta Belforte, Alice Canzonieri, Gloria Carovana, Vincenzo Costanzo, Massimo Rigo, Silvia Scuderi e Giuseppe Vignieri. Le musiche sono di Antonio Guida. Repliche: sabato 13, venerdì 19, sabato 20 ottobre. Per informazioni e prenotazioni telefonare allo 0916174040 oppure al 392.9199609.

Hai letto questi articoli?
Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le vie dei Tesori News

Send this to a friend