Galà lirico dalle case degli artisti per il Teatro Massimo

Sulla webtv della Fondazione il primo di una serie di concerti che vedranno la partecipazione di cantanti e musicisti da tutto il mondo

di Redazione

Artisti uniti in tempo di isolamento forzato, da un capo all’altro del mondo. Sarà online sulla webtv del Teatro Massimo di Palermo, giovedì 9 aprile, il primo di una serie di concerti di gala che vedranno la partecipazione (da casa) di grandi artisti come Ian Bostridge, Nicola Alaimo, Arturo Chacón Cruz, Wayne Marshall, Amartuvshin Enkhbat, e tantissimi altri cantanti e musicisti, siciliani e non, di che hanno voluto dare il loro contributo artistico in questi giorni difficili.

Ian Bostridge

Dal salotto di casa, da Miami o da Palermo, da Londra o da Verona, da Vienna o da Ragusa, da Madrid o da Bologna, il messaggio è chiaro: la musica non vuole fermarsi. Così, sulla webtv del Teatro Massimo, che ormai da settimane trasmette ogni giorno concerti e opere, il 9 aprile, dalle 7,30 del mattino e per tutto il giorno, andrà in onda la prima edizione del Concerto di Gala che vede – dopo il saluto e l’introduzione del Sovrintendente, Francesco Giambrone – l’alternarsi degli artisti con una successione di ventuno tra romanze, canzoni e arie.

Ruth Iniesta

Tra i brani in programma, il tenore Ian Bostridge da Londra canterà “O Waly Waly”, una canzone tradizionale inglese del Somerset, mentre il baritono Nicola Alaimo da Pesaro regalerà “Granada” di Agustín Lara; e ancora da Miami, Arturo Chacón Cruz interpreterà l’aria “Pourquoi me réveiller” dal Werther di Massenet e il baritono Vincenzo Taormina con Grazia Sinagra al pianoforte, canterà “Nicuzza” di Franco Finestrella. Ci saranno, poi, anche altri duetti a distanza, con cantanti che si esibiranno accompagnati da pianisti, ma in luoghi e città diverse.

Nicola Alaimo

Gli altri artisti che parteciperanno al concerto sono: Manuel Amati, Jessica Nuccio, Enea Scala, Chiara Amarù, Roberta Mantegna, Giulio Pelligra, Carolina Coimbra, Anna Maria Sarra, Dario Tondelli, Emanuela Sgarlata, Silvia Beltrami, Andres Juncos, Carlo Ventre, Federica Guida, Teresa Iervolino, Ernesto Pulignano, Giorgio Misseri, Francesco Vultaggio, Alberto Maniaci, Giuliana Gianfaldoni, Giorgio D’Alonzo, Giovanni Sala, Paolo Sala e Ruth Iniesta. “Grazie a tutti gli artisti – fanno sapere dal Teatro Massimo – che con la loro generosità hanno contribuito a mantenere vivo il teatro anche in questi lunghi giorni di chiusura forzata”.

Per assistere al concerto collegarsi alla webtv del Teatro Massimo, cliccando qui.

Condividi
Tags

In evidenza

Le Vie dei Tesori tra i grandi eventi siciliani del 2023

Anche quest’anno il festival che trasforma città e borghi in grandi musei diffusi è stato inserito nel calendario delle manifestazioni di grande richiamo turistico adottato dalla Regione Siciliana

Arriva a Palermo la Danza movimento naturale, stage gratuito per professionisti

Attraverso il progetto europeo In.To.Da.Te, sulle buone pratiche della danza, di cui la compagnia Zappulla è capofila, sarà possibile sperimentare il metodo e fare parte di una rete di eventi culturali. Le adesioni entro il 29 aprile

Premio del Paesaggio, Encomio per Le Vie dei Tesori

La Fondazione Le Vie dei Tesori ha ricevuto l'Encomio dal Ministero della Cultura nell’ambito del Premio del Paesaggio del Consiglio d’Europa

Ultimi articoli

Arriva a Palermo la Danza movimento naturale, stage gratuito per professionisti

Attraverso il progetto europeo In.To.Da.Te, sulle buone pratiche della danza, di cui la compagnia Zappulla è capofila, sarà possibile sperimentare il metodo e fare parte di una rete di eventi culturali. Le adesioni entro il 29 aprile

A Troina rinasce il borgo normanno e si inaugurano nuovi musei

Pubblicato il bando di gara per il restauro del complesso seicentesco nel centro storico del capoluogo. La consegna dei lavori, che ammontano a 9 milioni di euro, è prevista entro il 2026

Dai depositi alle sale di Palazzo Abatellis, risplende un trittico medievale restaurato

In mostra una preziosa pala d’altare quattrocentesca, raffigurante l’incoronazione della Vergine fra i Santi Pietro e Paolo, tornata a nuova vita grazie a fondi privati erogati attraverso l’Art Bonus

Articoli correlati