Festa sensoriale tra visite guidate e degustazioni

Tornano gli appuntamenti del progetto “Planeta e i tesori” a Trapani, Messina, Modica e Agrigento. Si potrà sorseggiare il vino, con enologi e guide, in chiese, palazzi e musei

di Redazione

Scoprire chiese, palazzi e musei, sorseggiando un calice di vino. Un’esperienza che coinvolge tutti i sensi: dal gusto alla vista, senza trascurare l’olfatto. Si avvicina un nuovo fine settimana per gli appuntamenti del progetto “Planeta e i tesori”, che quest’anno ha sancito la collaborazione tra il Festival che trasforma le città in musei diffusi e l’azienda vinicola siciliana.

I tesori, in questo caso, non sono soltanto i beni monumentali aperti durante i weekend, ma anche i frutti della terra da cui nasce il vino, che si potrà gustare durante la visita guidata. Da un lato, un enologo spiegherà la storia del vino scelto per la degustazione, dall’altro una guida porterà i visitatori alla scoperta del luogo che si sta ammirando. Insomma, una vera e propria “festa sensoriale”.

I prossimi appuntamenti sono fissati per venerdì 28 settembre, in quattro città: Trapani, Messina, Modica e Agrigento. Nella città falcata si potrà visitare il Museo San Rocco, gustando il Terebinto 2017, composto al 100 per cento da uve Grillo Doc Menfi, con la guida esperta dell’enologo Vito Planeta (qui per prenotare il ticket).

A Messina, porte aperte per la Chiesa di San Giovanni di Malta. Sarà presente Alessandro Serughetti, enologo, responsabile delle cantine di Capo Milazzo ed Etna. Verrà offerto Nocera 2016 (Nocera 100%, Capo Milazzo) e Radiceterna (Grillo 100% Doc Menfi). Le guide che spiegheranno i segreti della chiesa sono Marco Grassi e Francesca Mangano, dell’associazione “Amici del Museo” (qui per prenotare il ticket).

Palazzo Castro Grimaldi aprirà, invece, a Modica. La degustazione sarà guidata da Concetta Bonini, giornalista e sommelier, addetto stampa di Planeta. Si potrà sorseggiare il Frappato 2016 (Frappato 100%, Doc Vittoria) e Radiceterna (Grillo 100% Doc Menfi). Le guide saranno Michele Modica e Valentina Accaputo, di Crescenzi&Co (qui per prenotare il ticket).

Infine, ad Agrigento, si potranno ammirare i tesori del Museo Diocesano. L’enologa sarà Chiara Planeta, che offrirà ai visitatori Alastro 2017 (Grecanico 70%, Sauvignon Blanc 15%, Grillo 15%, Menfi Doc) e Radiceterna (Grillo 100%, Menfi Doc). La storica dell’arte Domenica Brancato condurrà, invece, la visita guidata del museo (qui per prenotare il ticket).

Con il pagamento di un contributo di 7 euro, sarà possibile prenotare le degustazioni, previste alle 19 nelle quattro città. Per informazioni telefonare allo 0918420104, dal lunedì alla domenica, dalle 10 alle 18.

Tornano gli appuntamenti del progetto “Planeta e i tesori” a Trapani, Messina, Modica e Agrigento. Si potrà sorseggiare il vino, con enologi e guide, in chiese, palazzi e musei

di Redazione

Scoprire chiese, palazzi e musei, sorseggiando un calice di vino. Un’esperienza che coinvolge tutti i sensi: dal gusto alla vista, senza trascurare l’olfatto. Si avvicina un nuovo fine settimana per gli appuntamenti del progetto “Planeta e i tesori”, che quest’anno ha sancito la collaborazione tra il Festival che trasforma le città in musei diffusi e l’azienda vinicola siciliana.

I tesori, in questo caso, non sono soltanto i beni monumentali aperti durante i weekend, ma anche i frutti della terra da cui nasce il vino, che si potrà gustare durante la visita guidata. Da un lato, un enologo spiegherà la storia del vino scelto per la degustazione, dall’altro una guida porterà i visitatori alla scoperta del luogo che si sta ammirando. Insomma, una vera e propria “festa sensoriale”.

I prossimi appuntamenti sono fissati per venerdì 28 settembre, in quattro città: Trapani, Messina, Modica e Agrigento. Nella città falcata si potrà visitare il Museo San Rocco, gustando il Terebinto 2017, composto al 100 per cento da uve Grillo Doc Menfi, con la guida esperta dell’enologo Vito Planeta (qui per prenotare il ticket).

A Messina, porte aperte per la Chiesa di San Giovanni di Malta. Sarà presente Alessandro Serughetti, enologo, responsabile delle cantine di Capo Milazzo ed Etna. Verrà offerto Nocera 2016 (Nocera 100%, Capo Milazzo) e Radiceterna (Grillo 100% Doc Menfi). Le guide che spiegheranno i segreti della chiesa sono Marco Grassi e Francesca Mangano, dell’associazione “Amici del Museo” (qui per prenotare il ticket).

Palazzo Castro Grimaldi aprirà, invece, a Modica. La degustazione sarà guidata da Concetta Bonini, giornalista e sommelier, addetto stampa di Planeta. Si potrà sorseggiare il Frappato 2016 (Frappato 100%, Doc Vittoria) e Radiceterna (Grillo 100% Doc Menfi). Le guide saranno Michele Modica e Valentina Accaputo, di Crescenzi&Co (qui per prenotare il ticket).

Infine, ad Agrigento, si potranno ammirare i tesori del Museo Diocesano. L’enologa sarà Chiara Planeta, che offrirà ai visitatori Alastro 2017 (Grecanico 70%, Sauvignon Blanc 15%, Grillo 15%, Menfi Doc) e Radiceterna (Grillo 100%, Menfi Doc). La storica dell’arte Domenica Brancato condurrà, invece, la visita guidata del museo (qui per prenotare il ticket).

Con il pagamento di un contributo di 7 euro, sarà possibile prenotare le degustazioni, previste alle 19 nelle quattro città. Per informazioni telefonare allo 0918420104, dal lunedì alla domenica, dalle 10 alle 18.

Condividi
Tags

In evidenza

SPAZIO AZIENDE | Un’Alleanza per i tesori

di Redazione Alleanza Assicurazioni ha stretto una partnership con Le Vie dei Tesori e ha aperto uno sportello di accoglienza nell’hub del festival di piazza...

Le Vie dei Tesori svela Catania e Acireale per cinque weekend

Diciannove luoghi nel capoluogo più altri sette nella vicina città alle pendici dell'Etna. Tantissime esperienze fuoriporta, quattro imperdibili passeggiate. Dalle chiese alla luce delle candele alle tombe romane, dai mastri d’ascia alle artiste della cartapesta, dai tour rurali ai giardini tropicali

Nell’aula bunker il racconto del Maxiprocesso con cronisti e magistrati

Il Maxiprocesso dalla voce di chi c’era: i cronisti di mafia e i magistrati raccontano quei mesi. Apre al pubblico durante il festival Le Vie dei Tesori l'aula bunker del carcere Ucciardone di Palermo. Al primo weekend pieno di visitatori sono intervenuti: il giudice Giuseppe Ayala, il videomaker Giuseppe Di Lorenzo e l’allora cronista di giudiziaria Marcello Barbaro

Ultimi articoli

Le Vie dei Tesori svelano Palermo, tutto il meglio del secondo weekend

Aprono la Banca d’Italia, le sorgenti del Gabriele e i serbatoi di San Ciro, la Specola astronomica, il Convitto Nazionale e la caserma Ruggero Settimo. Rivivono Margheritina nel rifugio Bombace e Margherita Biondo in una tela

Tornano i laboratori gratuiti di Mimmo Cuticchio, seconda tappa allo Stand Florio

In questo nuovo appuntamento si apprendono i primi rudimenti dell'arte dei Pupi, incrociando il pensiero dello scrittore Gianni Rodari

Le Vie dei Tesori sfiora trentamila visite nel primo weekend di ottobre

Ricco fine settimana del festival in dieci città. Palermo arriva quasi a 19mila visitatori mentre le altre insieme superano i 10mila. Santa Caterina il luogo più amato nel capoluogo, seguita dal Politeama. Il lavatoio medievale di Cefalù supera i 500 visitatori. In tanti anche a Trapani e Termini Imerese che hanno aggiunto due giorni in più

Articoli correlati