Fabio e Chiara, un amore cresciuto tra Le Vie dei Tesori

di Rosaura Bonfardino

Un putto del Serpotta ha folgorato come i dardi di Cupido i loro cuori. Il loro sentimento è cresciuto sotto un affresco del Borremans. I loro sguardi all’insù, affamati di bellezza, si sono incrociati e uniti per sempre. Fabio Valenza e Chiara Raimondi, vincitori del premio visitatori de “Le Vie dei Tesori” con oltre 70 luoghi percorsi nell’Isola nel 2017, continuano il loro viaggio alla scoperta dell’arte e della cultura.

Hanno approfittato subito del primo weekend del festival a Bagheria per varcare la soglia scavata nel tufo colore ocra di Palazzo Butera e camminare tra i dipinti del grande salone dove da un momento all’altro pensi di poter incontrare il principe Branciforti. Non sanno quanti luoghi riusciranno a visitare quest’anno, ma sperano come sempre il più possibile. “Ci colleghiamo ogni giorno sul sito – svelano Fabio e Chiara – per vedere se ci sono nuovi monumenti che ancora non abbiamo visitato. Noi ci siamo conosciuti, sposati e siamo cresciuti con Le Vie dei Tesori”.

Una cosa è certa: torneranno presto mano nella mano in uno dei tesori più belli della nostra terra, il Duomo di Monreale, dove sotto le tessere dorate del Cristo Pantocratore hanno suggellato il loro amore.

Per tutte le informazioni sul festival visitare il sito www.leviedeitesori.com

Condividi
Tags

In evidenza

Un’opera del “Raffaello” di Messina all’asta in Francia, la Regione prova a riportarla a casa

La Madonna col Bambino e San Giovannino del maestro rinascimentale Girolamo Alibrandi sarà venduta da una casa parigina. Dopo l’appello di studiosi e cittadini il governo regionale vorrebbe acquisire il quadro

A Lentini è scontro per la gestione di Palazzo Beneventano

Monta la polemica tra il Comune e i privati per l’affidamento dell’ex residenza nobiliare diventata polo culturale. L’amministrazione ha invitato la cooperativa Badia Lost & Found a riconsegnare i locali del bene revocando la concessione

La Palermo degli anni Trenta rivive in una mostra

All’Albergo delle Povere un allestimento racconta la città di un secolo fa attraverso oggetti originali, filmati storici, pannelli esplicativi e ricostruzioni tridimensionali

Ultimi articoli

A Lentini è scontro per la gestione di Palazzo Beneventano

Monta la polemica tra il Comune e i privati per l’affidamento dell’ex residenza nobiliare diventata polo culturale. L’amministrazione ha invitato la cooperativa Badia Lost & Found a riconsegnare i locali del bene revocando la concessione

Il Duomo di Cefalù si prepara a rinascere, al via i lavori di restauro

Gli interventi finanziati con due milioni di euro dalla Regione Siciliana interesseranno le coperture, gli esterni e gli apparati decorativi del monumento normanno, che è parte del patrimonio Unesco. Le imprese avranno 365 giorni per ultimare le opere

Svelato il soffitto trecentesco del monastero di Santa Caterina

Nascosto al di sopra della volta della sacrestia, un prezioso tetto ligneo decorato simile a quello dello Steri. Si può ammirare attraverso una app realizzata dall’Università di Palermo. Esposto anche un raro affresco medievale scoperto durante il restauro

Articoli correlati