“Exstasis” in 4K, torna il magico videomapping a Santa Caterina

Dopo il successo da 10mila spettatori di due anni fa, la chiesa barocca di Palermo ospita ancora una volta il grande spettacolo multimediale e immersivo di Odd Agency

di Redazione

Tornano le proiezioni hi-tech di Odd Agency nei siti monumentali di Palermo. Dopo il successo da 10mila spettatori di due anni fa, ritorna in versione rimasterizzata in 4K il video mapping “Exstasis”, grande spettacolo multimediale e immersivo proiettato sulle pareti e tra i marmi mischi della chiesa di Santa Caterina d’Alessandria, in piazza Bellini. Da venerdì 29 aprile, cinque spettacoli dal venerdì alla domenica, ogni mezz’ora dalle 20.30 alle 22.30. L’evento è organizzato da Odd Agency in collaborazione con la Cooperativa sociale Pulcherrima Res, CoopCulture e VmAgency di Vincenzo Montanelli.

Il videomapping proiettato sulla navata

“Exstasis”, progetto finalista al prestigioso “Video Mapping Awards” di Lille, Oscar internazionale che premia le migliori esperienze immersive, è un videomapping le cui proiezioni rompono la staticità del ricchissimo apparato decorativo della chiesa, smaterializzando e movimentando pareti e marmi, animando con luce e colori le statue poste al limitare della navata. Migliore tecnologia video, con immagini ad alta risoluzione e un più dettagliato sistema audio, con spazializzazione del suono per consentire allo spettatore un’esperienza ancora più immersiva: lo spettacolo torna in una versione totalmente rinnovata dal punto di vista tecnologico, sempre all’insegna dell’avanguardia del gruppo di creativi.

Un momento di “Exstasis”

“È un ritorno attesissimo, visto il grande risultato delle precedenti edizioni. E in più per me è molto atteso perché è diventato una vera comunicazione della realtà spirituale con linguaggio moderno – dice Giuseppe Bucaro, direttore dei Beni culturali della Diocesi di Palermo -. Le proiezioni altro non sono che esperienza e comunicazione del sacro oggi, capaci di farsi collegamento tra l’arte, che ti lascia senza respiro della chiesa, la storia del monastero e la tecnologia”.

La chiesa di Santa Caterina

Inoltre ogni sabato, alle 19, prima dello spettacolo, sarà possibile assistere alla celebrazione della Santa messa in lingua inglese all’interno della chiesa. Iniziativa che coinvolge altre tre chiese del centro storico di Palermo (San Cataldo, Santa Ninfa e San Nicola da Tolentino), le quali contemporaneamente celebrano la messa nelle quattro lingue europee: inglese, francese, spagnolo e tedesco.

La facciata della chiesa di Santa Caterina

“Exstasis è probabilmente, fra i nostri lavori, quello che più di tutti è riuscito a toccare le emozioni del nostro pubblico, forse perché rappresenta e incarna l’aspirazione universale ad avvicinarsi all’assoluto, al magico, all’indicibile – dicono da Odd Agency – . Merito anche della chiesa di Santa Caterina d’Alessandria, vero tesoro artistico e architettonico della nostra città, tela sulla quale ogni artista ambirebbe a lasciare il proprio segno. È quindi per noi un onore offrire nuovamente a Palermo e ai suoi visitatori il primo esperimento di esperienza immersiva mai realizzato in città, soprattutto adesso che il nostro metodo di valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici è diventato un modello apprezzato e imitato”.

Per informazioni cliccare qui.

Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le Vie dei Tesori News

Send this to a friend