“Donne e dee” in scena a Segesta, tornano le Dionisiache

Al via la sesta edizione del festival con una serie di attività promosse dal Parco archeologico. Previsti spettacoli non solo al Teatro greco, ma anche nei centri storici di altri comuni del territorio

di Redazione

Tre prime nazionali, spettacoli sotto le stelle, al tramonto e all’alba e due omaggi a Beethoven in occasione del 250esimo anniversario della nascita. Da lunedì 10 agosto, con appuntamenti in programma fino al 30 agosto, tornano al Teatro di Segesta le Dionisiache, rassegna teatrale che vede anche quest’anno la direzione artistica di Nicasio Anzelmo. Gli spettacoli a Segesta, iniziati dal lontano 1967, sono realizzati anche quest’anno dal Parco archeologico, grazie alla recente autonomia, e coinvolgeranno, oltre al Teatro Antico di Segesta, gli altri Comuni di cui il Parco gestisce i siti archeologici, quali Salemi, Calatafimi Segesta, Contessa Entellina, Poggioreale e Custonaci.

Il tempio di Segesta

Tema della sesta edizione è “Donne e Dee”: più che negli anni passati, infatti, il festival si rapporta con il mito lungo la principale linea tematica delle eroine femminili, con approfondimenti specifici legati al contemporaneo e ai cambiamenti della società. Dalla bellezza di Elena all’efferatezza di Medea, dalla sete di giustizia di Lysistrata alle più moderne Maria e Francesca, protagoniste rispettivamente di “Storia di una capinera” e “Sciara prima c’agghiorna”. Donne infelici, atroci, ingiustamente colpevoli e offese, ma anche dee che sanno osare, oltre ogni limite e ogni sopruso.

Eliana Pia Borsellino

Si parte, dunque, al Teatro Antico il 10 agosto, alle 20.30, con la quarta edizione di “E Lucevan le stelle”, omaggio in occasione del 250esimo anniversario della nascita di Beethoven, concerto con l’orchestra sinfonica Toscanini di Ribera e il pianoforte di Eliana Pia Borsellino. Per l’occasione speciale saranno presenti rappresentanti del governo regionale, delle autorità militari, religiose e amministrative del territorio e, contestualmente, una significativa rappresentanza di operatori del sistema sanitario regionale, medico e paramedico che si è spesa a garanzia del più alto margine di tutela per il bene primario della salute pubblica durante l’emergenza legata al Covid-19. Seguirà un fitto calendario di spettacoli e concerti con protagonisti del calibro di Nicola Piovani, Marisa Laurito, Debora Caprioglio, Mario Incudine, Edoardo Siravo, Lella Costa e Mariano Rigillo (qui il programma completo).

Il teatro greco di Segesta

Tra i punti di forza dell’edizione 2020 delle Dionisiache, il “Festival diffuso”, che coinvolgerà tutti altri comuni del Parco, con spettacoli che si svolgeranno nei centri storici. Previste, inoltre, attività promosse da direttamente dal Parco archeologico come le “Conversazioni” e gli “Incontri con la Storia”, con una programmazione fino al 13 settembre. Si comincia a Salemi, nell’atrio del Castello Normanno Svevo lunedì 17 agosto con “Sciara prima c’agghiorna”, spettacolo di e con Luana Rondinelli, diretta da Giovanni Carta, e i musicanti di Gregorio Caimi. Il festival diffuso prevede anche laboratori teatrali, tenuti da registi e professionisti, e incontri  e dibattiti (in allegato il dettaglio di tutti gli appuntamenti). Nel rispetto delle norme, per prevenire la diffusione del Covid-19, i posti al Teatro Antico di Segesta, normalmente 1.800, sono stati ridotti a 400 in totale: il distanziamento verrà rispettato con apposite segnalazioni dei posti da non occupare. “Il mito è sempre stata la nostra linea guida e con esso noi oggi continuiamo a confrontarci – dichiara il direttore artistico Nicasio Anzelmo – . Questo festival forse ha la presunzione di distribuire pillole di speranza per una ripresa culturale necessaria alla nostra anima. Nella dimensione del mito le donne incarnano il desiderio inafferrabile o l’inquietudine del mostruoso, la complessità del loro essere e le motivazioni del loro agire restano sempre nella sfera del misterioso su cui il teatro di oggi, come quello di un tempo, non smette di interrogarsi”.

Per informazioni e prenotazioni telefonare allo 09241912533 o al 3889590892, o scrivere via Whatsapp al 3889590892.

Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le Vie dei Tesori News

Send this to a friend