Da Palermo a Catania, Capodanno in musica per salutare il 2021

Un fitto programma di concerti in streaming del Teatro Massimo, dell’Orchestra Sinfonica Siciliana e del Bellini, con la speranza di poter tornare presto nelle sale

di Ruggero Altavilla

Anche se i teatri sono chiusi, non c’è Capodanno senza i tradizionali concerti. Così le più importanti istituzioni musicali siciliane, hanno organizzato una serie di appuntamenti in streaming per salutare il 2021, in attesa di tornare a suonare davanti a un pubblico in sala.

L’Orchestra Sinfonica Siciliana (foto Max Aquila)

Già da qualche settimana, sono iniziati i concerti di “Musica per voi”, il progetto streaming della Fondazione Orchestra Sinfonica Siciliana, che ogni mercoledì alle 21, trasmette un concerto sulla piattaforma web SinfonicaTv e sul canale YouTube della Fondazione. Non può mancare, dunque, la tradizionale musica di Capodanno, con il concerto in onda venerdì 1 gennaio alle 18, dal Politeama Garibaldi di Palermo. A dirigere la Sinfonica sarà il maestro toscano Carlo Montanaro, fondatore di OperaWebinar e direttore musicale dell’Opera di Varsavia dal 2011 al 2014. E torna la voce del soprano Maria Agresta, già protagonista del concerto del 30 dicembre, per un repertorio ricco che spazia da Strauss (padre e figlio) a Puccini e Arditi.  La rassegna “Musica per voi” proseguirà, poi, il 6 gennaio alle 21 per un concerto dedicato a Wolfgang Amadeus Mozart con il  giovane primo violino Lorenzo Rovati. Tutti i concerti, una volta trasmessi su SinfonicaTv (questo il link) e sul canale YouTube della Fondazione (questo il link), rimarranno disponibili online.

Il Teatro Massimo

Anche il Teatro Massimo di Palermo non manca all’appuntamento del tradizionale concerto di Capodanno, con due trasmissioni in streaming, nell’ambito del progetto “Aperti nonostante tutto”, promosso dall’Anfols, Associazione nazionale fondazioni lirico sinfoniche, di cui la Fondazione fa parte. Il primo concerto per San Silvestro, il 31 dicembre alle 17 in diretta sulla webTv del Teatro Massimo (questo il link), è un omaggio alla musica, da quella classica a quella contemporanea, al jazz, al quella cosiddetta “colta”.

Omer Meir Wellber

Il direttore musicale Omer Meir Wellber, guiderà l’orchestra in un programma che prende le mosse da un gioiello classico come il Te Deum di Haydn, procederà con Le nozze di Figaro di Mozart, La Vestale di Spontini e il Tannhäuser di Wagner e approderà all’operetta con Lehár, alla chanson di Jacques Brel, e perfino alla musica napoletana e al jazz, per culminare nel primo atto di una Traviata queer interpretata da uno straordinario performer artist come Ernesto Tomasini. Altri ospiti della serata saranno il soprano Carmen Giannattasio, l’attore israeliano Eli Danker e il baritono Markus Werba.

Coro di voci bianche, Cantoria, Coro Arcobaleno e Massimo Kids Orchestra con Michele De Luca

Si volta pagina l’1 gennaio con “A new year of hope”, il concerto disponibile a partire dalle 8 sulla webTv del Teatro. A dare il benvenuto al 2021, le formazioni giovanili del Teatro Massimo dirette dal maestro Michele De Luca – circa 200 ragazzi e bambini tra i sette e i ventitré anni che animano la Massimo Youth Orchestra e la Massimo Kids Orchestra; e la Cantoria, il Coro di voci bianche e il Coro Arcobaleno, diretti dal Maestro Salvatore Punturo. Apertura con un omaggio a Beethoven, poi in programma – tra l’altro –  l’esecuzione in prima assoluta di composizioni scritte per l’occasione per le formazioni giovanili, che il Teatro Massimo ha commissionato a giovani promettenti compositori siciliani: Antonino Blanco, Alessandro Zambito, Giuseppe Ricotta, Valentina Casesa, Alberto Maniaci, Simone Piraino, Vito Mandina e Salvatore Nogara.

L’orchestra e il coro del Teatro Bellini

Da Palermo a Catania, immancabile l’appuntamento con il concerto di Capodanno dal Teatro Bellini. Sul podio Fabrizio Maria Carminati, che dirigerà le formazioni dell’ente, Orchestra e Coro, quest’ultimo istruito dal maestro Luigi Petrozziello. Ad arricchire il cast un quintetto di solisti vocali: il soprano Daniela Schillaci, il mezzosoprano Anastasia Boldireva, i tenori Angelo Villari e Francesco Pittari, il baritono Luca Grassi. Il programma, ispirato a musiche che inneggiano all’ebbrezza del brindisi e della danza, trascorrerà da celebri pagine operistiche al turbinio dei valzer e delle polche dell’Austria felix: da Bellini a Rossini, Donizetti e Verdi; da Puccini a Mascagni e Ponchielli; da Čajkovskij a Offenbach; fino a Lehár e alla dinastia degli Strauss.

Il concerto del Bellini andrà in onda su Tgs il primo gennaio alle 21 (in replica alle 23.30) e su Globus Television il 2 gennaio (alle 21). Sarà inoltre possibile seguirlo su diversi canali digitali e sul sito del Comune di Catania (http://www.comune.catania.it).

Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le Vie dei Tesori News

Send this to a friend