Caltanissetta in scena, presentata la stagione del Teatro Regina Margherita

Il nuovo direttore artistico Aldo Rapè ha dato vita a una stagione trasversale. Previsti oltre 40 appuntamenti in calendario, dal 10 dicembre al 20 giugno, che spaziano dalla prosa alla commedia e dalla danza alla musica

di Marco Russo

Teatro, danza e musica con uno sguardo al territorio. È questo il segno che il regista e attore nisseno Aldo Rapè ha voluto dare alla nuova stagione del Teatro Regina Margherita di Caltanissetta. Il nuovo direttore artistico ha presentato questa mattina il cartellone, nel corso di una conferenza stampa con il sindaco Giovanni Ruvolo, l’assessore alla Cultura Pasquale Tornatore e il maestro Angelo Licalsi, direttore dell’Istituto superiore di studi musicali Vincenzo Bellini di Caltanissetta.

Aldo Rapè

Immaginando l’ottocentesco teatro nisseno come una grande nave, che solca i mari della cultura in modo trasversale, Rapè ha battezzato la nuova stagione “In AltRo Mare”. “Cominciare e ricominciare il viaggio. Sempre”, il nuovo direttore artistico cita Saramago, per presentare il suo cartellone: “Un teatro che viaggia, un teatro forte della sua identità ma sempre in alto mare, nomade, diverso, senza frontiere. Un teatro che accoglie, che ascolta i venti del confronto, le onde e le maree della modernità che giungono da altri luoghi. Attori e spettatori, tutti eguali e stranieri, tutti nella stessa barca, in movimento, scomodi, erranti. La nostra rotta ed il nostro viaggio sarà battuto da due venti, il Maestrale, il maestro dei venti che porta l’inverno, e il Libeccio, il vento africo del Mediterraneo, tempestoso e potente, che porta sconvolgimenti ma infine cieli sempre sereni”.

E saranno proprio il “Maestrale” e il “Libeccio” le due tipologie di abbonamento previste per la stagione 2018-2019 a cui si aggiungono tantissimi altri appuntamenti della sezione “Approdi”, fuori abbonamento, la stagione concertistica organizzata in sinergia con l’Istituto superiore di studi musicali Vincenzo Bellini di Caltanissetta e alcuni laboratori di teatro e danza aperti alla città. Previsti complessivamente oltre 40 appuntamenti in calendario, dal 10 dicembre al 20 giugno che spaziano dalla prosa alla commedia, dal teatro internazionale alla danza, fino alla musica.

“Maestrale” è il cartellone principale di “In AltRo Mare” con 11 appuntamenti, dal 10 dicembre al 5 maggio. Il via il 10 dicembre con un grande classico, “La locandiera” di Carlo Goldoni, considerato un autentico capolavoro del teatro di tutti i tempi, nell’adattamento Francesco Niccolini. In scena, diretti da Paolo Valerio e lo stesso Francesco Niccolini, l’amatissima Amanda Sandrelli con Alex Cendron, Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti, Lucia Socci. Si prosegue il 16 dicembre con la compagnia svizzera Interface, una tra le compagnie di teatro danza più longeve e più riconosciute al mondo, che arriva a Caltanissetta dopo una tournée internazionale con “Vive la Vie”. Il 13 gennaio sarà la volta di “Ridiculosa Commedia”, il pluripremiato spettacolo di commedia dell’arte de I Nuovi Scalzi. Il 24 gennaio andrà in scena “Frame”, spettacolo che si ispira all’universo pittorico di Edward Hopper, di Cantieri Koreja. L’1 febbraio arriva al Teatro Regina Margherita uno spettacolo di Teatri Uniti di Napoli (il laboratorio permanente per la produzione e lo studio dell’arte scenica contemporanea fondato da Mario Martone, Toni Servillo e il compianto Antonio Neiwiller), che portano a Caltanissetta la commedia “New Magic People Show” con Enrico Ianniello, Tony Laudadio, Andrea Renzi e Luciano Saltarelli.

Il 17 febbraio sarà la volta di Pamela Villoresi interprete di “Il canto di Shakespeare”, spettacolo di teatro-canzone che la vedrà in scena con l’esemble Musica Antiqua Latina, mentre il 28 febbraio sarà proposto “Proprietà e atto”, testo inedito del drammaturgo americano Will Eno, portato in scena per la prima volta in Italia da Francesco Mandelli con la regia di Leonardo Lidi. Il 18 marzo arriva a teatro la Compagnia De Filippo con “Questi Fantasmi!”, mentre il 28 marzo sarà messa in scena una storia d’amore che si sviluppa ai tavolini di un bar, tra calcio, meravigliosi brani musicali e ricerca della felicità tra senso di solitudine, rassegnazione e sconfitta. E’ “La guerra di Ruggine” dell’autore e regista nisseno Antonello Capodici. Il 16 aprile il Teatro Regina Margherita sarà protagonista di un grande evento, ospiterà infatti il nuovo progetto dei Fratelli Mancuso, pensato e realizzato per la stagione nissena all’interno della settimana dei riti sacri della Santa Pasqua. Si tratta di “Per aver in vita troppi pesi portato”, spettacolo che prende spunto nel titolo da un verso di Livia Chandra Candiani. Il 5 maggio, infine, sarà la compagnia siciliana Carullo Minasi, tra le più interessanti nel panorama teatrale contemporaneo, a concludere il cartellone “Maestrale” con il pluripremiato “Due Passi Sono” (Premio Scenario per Ustica 2011; Premio In-Box 2012; Premio Internazionale Teatro Pomodoro 2013).

La sezione “Libeccio” è, invece, una selezione di sei degli undici spettacoli di “Maestrale”, con spettacoli dedicati ai nuovi linguaggi, e che compongono un abbonamento a parte. Mentre la sezione “Approdi – Grecale”, prevede due spettacoli fuori abbonamento, il 9 e il 10 marzo, che si svolgeranno uno al Centro Michele Abbate (Ex Macello) e uno al Regina Margherita. Si inizia il 9 marzo al centro Michele Abbate con “Finalmente sola”, pluripremiato spettacolo di e con Paola Giglio. Il 10 marzo, invece, al Teatro Regina Margherita sarà la volta di “Mafia Pride” di Salvo Giorgio con la regia di Giampaolo Romania. La sezioni “Approdi – Levante”, comprende, invece, sei spettacoli fuori abbonamento, che si snoderanno dal 17 gennaio al 31 marzo. C’è poi “Approdi – Scirocco”, con tre appuntamenti che si svolgeranno dal 5 al 7 aprile negli spazi del centro Michele Abbate.

“La stagione teatrale del Comune di Caltanissetta, riparte con un direttore artistico di caratura internazionale – dice il sindaco Giovanni Ruvolo -. Aldo Rapè essendo un nisseno potrà esprimere tutte le potenzialità del sistema culturale della città. Sarà una stagione teatrale innovativa, diffusa, capace di coinvolgere non solo le compagnie locali ma anche diversi attori protagonisti della scena artistica”.

Il nuovo direttore artistico Aldo Rapè ha dato vita a una stagione trasversale. Previsti oltre 40 appuntamenti in calendario, dal 10 dicembre al 20 giugno, che spaziano dalla prosa alla commedia e dalla danza alla musica

di Marco Russo

Teatro, danza e musica con uno sguardo al territorio. È questo il segno che il regista e attore nisseno Aldo Rapè ha voluto dare alla nuova stagione del Teatro Regina Margherita di Caltanissetta. Il nuovo direttore artistico ha presentato questa mattina il cartellone, nel corso di una conferenza stampa con il sindaco Giovanni Ruvolo, l’assessore alla Cultura Pasquale Tornatore e il maestro Angelo Licalsi, direttore dell’Istituto superiore di studi musicali Vincenzo Bellini di Caltanissetta.

Aldo Rapè

Immaginando l’ottocentesco teatro nisseno come una grande nave, che solca i mari della cultura in modo trasversale, Rapè ha battezzato la nuova stagione “In AltRo Mare”. “Cominciare e ricominciare il viaggio. Sempre”, il nuovo direttore artistico cita Saramago, per presentare il suo cartellone: “Un teatro che viaggia, un teatro forte della sua identità ma sempre in alto mare, nomade, diverso, senza frontiere. Un teatro che accoglie, che ascolta i venti del confronto, le onde e le maree della modernità che giungono da altri luoghi. Attori e spettatori, tutti eguali e stranieri, tutti nella stessa barca, in movimento, scomodi, erranti. La nostra rotta ed il nostro viaggio sarà battuto da due venti, il Maestrale, il maestro dei venti che porta l’inverno, e il Libeccio, il vento africo del Mediterraneo, tempestoso e potente, che porta sconvolgimenti ma infine cieli sempre sereni”.

E saranno proprio il “Maestrale” e il “Libeccio” le due tipologie di abbonamento previste per la stagione 2018-2019 a cui si aggiungono tantissimi altri appuntamenti della sezione “Approdi”, fuori abbonamento, la stagione concertistica organizzata in sinergia con l’Istituto superiore di studi musicali Vincenzo Bellini di Caltanissetta e alcuni laboratori di teatro e danza aperti alla città. Previsti complessivamente oltre 40 appuntamenti in calendario, dal 10 dicembre al 20 giugno che spaziano dalla prosa alla commedia, dal teatro internazionale alla danza, fino alla musica.

“Maestrale” è il cartellone principale di “In AltRo Mare” con 11 appuntamenti, dal 10 dicembre al 5 maggio. Il via il 10 dicembre con un grande classico, “La locandiera” di Carlo Goldoni, considerato un autentico capolavoro del teatro di tutti i tempi, nell’adattamento Francesco Niccolini. In scena, diretti da Paolo Valerio e lo stesso Francesco Niccolini, l’amatissima Amanda Sandrelli con Alex Cendron, Giuliana Colzi, Andrea Costagli, Dimitri Frosali, Massimo Salvianti, Lucia Socci. Si prosegue il 16 dicembre con la compagnia svizzera Interface, una tra le compagnie di teatro danza più longeve e più riconosciute al mondo, che arriva a Caltanissetta dopo una tournée internazionale con “Vive la Vie”. Il 13 gennaio sarà la volta di “Ridiculosa Commedia”, il pluripremiato spettacolo di commedia dell’arte de I Nuovi Scalzi. Il 24 gennaio andrà in scena “Frame”, spettacolo che si ispira all’universo pittorico di Edward Hopper, di Cantieri Koreja. L’1 febbraio arriva al Teatro Regina Margherita uno spettacolo di Teatri Uniti di Napoli (il laboratorio permanente per la produzione e lo studio dell’arte scenica contemporanea fondato da Mario Martone, Toni Servillo e il compianto Antonio Neiwiller), che portano a Caltanissetta la commedia “New Magic People Show” con Enrico Ianniello, Tony Laudadio, Andrea Renzi e Luciano Saltarelli.

Il 17 febbraio sarà la volta di Pamela Villoresi interprete di “Il canto di Shakespeare”, spettacolo di teatro-canzone che la vedrà in scena con l’esemble Musica Antiqua Latina, mentre il 28 febbraio sarà proposto “Proprietà e atto”, testo inedito del drammaturgo americano Will Eno, portato in scena per la prima volta in Italia da Francesco Mandelli con la regia di Leonardo Lidi. Il 18 marzo arriva a teatro la Compagnia De Filippo con “Questi Fantasmi!”, mentre il 28 marzo sarà messa in scena una storia d’amore che si sviluppa ai tavolini di un bar, tra calcio, meravigliosi brani musicali e ricerca della felicità tra senso di solitudine, rassegnazione e sconfitta. E’ “La guerra di Ruggine” dell’autore e regista nisseno Antonello Capodici. Il 16 aprile il Teatro Regina Margherita sarà protagonista di un grande evento, ospiterà infatti il nuovo progetto dei Fratelli Mancuso, pensato e realizzato per la stagione nissena all’interno della settimana dei riti sacri della Santa Pasqua. Si tratta di “Per aver in vita troppi pesi portato”, spettacolo che prende spunto nel titolo da un verso di Livia Chandra Candiani. Il 5 maggio, infine, sarà la compagnia siciliana Carullo Minasi, tra le più interessanti nel panorama teatrale contemporaneo, a concludere il cartellone “Maestrale” con il pluripremiato “Due Passi Sono” (Premio Scenario per Ustica 2011; Premio In-Box 2012; Premio Internazionale Teatro Pomodoro 2013).

La sezione “Libeccio” è, invece, una selezione di sei degli undici spettacoli di “Maestrale”, con spettacoli dedicati ai nuovi linguaggi, e che compongono un abbonamento a parte. Mentre la sezione “Approdi – Grecale”, prevede due spettacoli fuori abbonamento, il 9 e il 10 marzo, che si svolgeranno uno al Centro Michele Abbate (Ex Macello) e uno al Regina Margherita. Si inizia il 9 marzo al centro Michele Abbate con “Finalmente sola”, pluripremiato spettacolo di e con Paola Giglio. Il 10 marzo, invece, al Teatro Regina Margherita sarà la volta di “Mafia Pride” di Salvo Giorgio con la regia di Giampaolo Romania. La sezioni “Approdi – Levante”, comprende, invece, sei spettacoli fuori abbonamento, che si snoderanno dal 17 gennaio al 31 marzo. C’è poi “Approdi – Scirocco”, con tre appuntamenti che si svolgeranno dal 5 al 7 aprile negli spazi del centro Michele Abbate.

“La stagione teatrale del Comune di Caltanissetta, riparte con un direttore artistico di caratura internazionale – dice il sindaco Giovanni Ruvolo -. Aldo Rapè essendo un nisseno potrà esprimere tutte le potenzialità del sistema culturale della città. Sarà una stagione teatrale innovativa, diffusa, capace di coinvolgere non solo le compagnie locali ma anche diversi attori protagonisti della scena artistica”.

Hai letto questi articoli?
Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le vie dei Tesori News

Send this to a friend