Borse di studio per 25 giovani talenti del jazz

La Fondazione The Brass Group consegna i riconoscimenti ai musicisti siciliani che fanno parte dell’orchestra giovanile nata quasi un anno fa

di Redazione

Una scommessa sulle nuove generazioni di musicisti. La Fondazione The Brass Group consegna 25 borse di studio di 500 euro ciascuna, per i componenti più meritevoli della Brass Youth Jazz Orchestra, la formazione giovanile della Fondazione, come simbolo e stimolo ad andare avanti nel percorso di studi. La cerimonia di consegna si svolgerà il 19 febbraio alle 18.30 al Real Teatro Santa Cecilia di Palermo, oltre che alla presenza dei giovani artisti anche dell’assessore al Turismo, sport e spettacolo della Regione Siciliana, Manlio Messina; del presidente del Brass, Ignazio Garsia, e dei docenti del Brass.

Si tratta di un aiuto ai giovani talentuosi che vantano, a poco meno di un anno dalla nascita dell’orchestra giovanile del Brass, nel proprio curriculum una serie di concerti realizzati con big della musica internazionale come Billy Cobham e Ron Carter. È questo uno dei progetti più ambiziosi ma anche più qualificanti tra quelli che la Fondazione ha perseguito nell’arco della sua storia di quasi 50 anni dedicata alla musica jazz. Ed eccola con un’ampia formazione giovanile, la Brass Youth Jazz Orchestra, della quale fanno parte diversi talenti musicali provenienti da ogni angolo della Sicilia e scelti attraverso un bando pubblico e meticolose selezioni.

Giovane musicista della Brass Youth Jazz Orchestra

La Brass Youth Jazz Orchestra ha debuttato lo scorso maggio con un concerto tanto impegnativo quanto di grande fascino e piacevolezza dedicato alle musiche immortali della sfavillante “Swing Era”, ovvero quel periodo storico del Novecento che ha avuto il suo cuore pulsante soprattutto negli anni Trenta e durante il quale il jazz, attraverso lo scintillio del suono di big band leggendarie (tra cui quelle di Benny Goodman, Count Basie, Duke Ellington, Artie Shaw, Glenn Miller, Tommy Dorsey, Chick Webb, Teddy Wilson e Jimmy Lunceford) ha vissuto il suo momento di maggior popolarità e diffusione, divenendo la colonna sonora del mondo intero.

I passi successivi del Brass hanno l’obiettivo di accrescere la competenza dei suoi giovani componenti circa i principi razionali di tecniche esecutive applicate all’interpretazione dei linguaggi jazz e contemporanei. La partecipazione alle audizioni di selezione ha consentito che il progetto, fortemente voluto dall’Orchestra Jazz Siciliana e dalla Scuola di Musica della Fondazione, partisse già da subito come compagine realmente rappresentativa dell’intera Sicilia poiché i giovani talenti selezionati provengono da tutte le province e da tutti i conservatori e istituti musicali dell’Isola. “Sono decisamente convinto – dice Ignazio Garsia – che la Brass Youth Jazz Orchestra possa essere il fulcro del futuro di questi ragazzi e che lo sforzo nel quale stiamo investendo risorse umane ed artistiche debba mirare a raggiungere dignità professionale pari a quella degli altri generi musicali”.

Hai letto questi articoli?
Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le vie dei Tesori News

Send this to a friend