Art bonus all’Orto botanico per restaurare le serre gemelle

Saranno destinate a ospitare attività didattiche per ragazzi, corsi di giardinaggio e collezioni di piante tropicali

di Redazione

Far rinascere due serre dove svolgere lezioni di giardinaggio e custodire le collezioni di piante carnivore. È il nuovo progetto dell’Orto botanico di Palermo che vuole recuperare le due strutture con l’Art bonus. Per farlo – fanno sapere dalla direzione – serviranno 80mila euro, i lavori partiranno appena raggiunta la metà della somma necessaria. È pronta a partire una campagna social rivolta alle aziende che sceglieranno di avvalersi dell’Art bonus (qui il regolamento), strumento di recupero del credito d’imposta, in cambio di donazioni in denaro per interventi di restauro o di nuovi progetti in favore della cultura e del patrimonio storico-artistico italiano.

Serra delle Orchidee

Diverse e di notevole valore storico sono le serre presenti all’interno dell’Orto botanico dell’Università di Palermo.  L’obiettivo dell’intervento è quello di restaurare una delle due piccole serre per trasformarla in laboratorio didattico, l’altra invece, che si trova tra il viale delle Ceiba speciosa e la più nota serra Carolina progettata da Carlo Giachery nel 1857, dopo il restauro ospiterà la collezione di piante carnivore dell’Orto. A breve infatti – spiegano dalla direzione dell’Orto palermitano – partiranno i nuovi corsi di giardinaggio che formeranno nuovi giardinieri e la serra sarà utilizzata per molte delle lezioni in calendario.

Orchidee dell’Orto botanico

L’Orto ha anche in programma la partecipazione delle scuole elementari e della prima infanzia a momenti di avvicinamento al mondo del giardino. I bambini guidati dai loro insegnanti e dagli allievi della scuola potranno imparare a mettere le mani nella terra, seminando e rinvasando piantine ed impareranno a riconoscere piante, fiori, frutti, semi e cortecce.

Il Gymnasium dell’Orto Botanico

La prima serra – spiega il direttore Rosario Schicchi – “è attualmente inagibile e diventerà, dopo l’intervento, la serra didattica dell’Orto. All’interno si effettueranno corsi e lezioni di giardinaggio per bambini ed adulti, attività culturali ed incontri di cultura botanica che avvicinino il pubblico alla conoscenza delle magnifiche collezioni custodite. La seconda serra invece, sarà ripristinata per ospitare al proprio interno la collezione di piante carnivore e del genere Stapelia”.

La serra Carolina

Le serre gemelle dette anche “ananasserie”, torneranno comunque ad accogliere entrambe piante tropicali. L’intervento di restauro della serra didattica prevede, nel dettaglio, la manutenzione straordinaria del basamento e dei bancali, con l’eventuale risanamento dei ferri danneggiati e la ritinteggiatura, il restauro completo dello scheletro in ferro, la sistemazione di tutti gli ingranaggi e delle leve destinate alla movimentazione dei vetri laterali e del tetto, la sostituzione degli attuali vetri con vetri di sicurezza anti scheggia, il ripristino dell’impianto di irrigazione sui bancali e del telo ombreggiante e l’istallazione dell’impianto di illuminazione e di condizionamento.

Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le Vie dei Tesori News

Send this to a friend