“Ardente” chiude le “Incursioni contemporanee”

La rassegna curata da Sergio Troisi giunge al termine. A Villa Zito le opere di Loredana Longo dialogano con la collezione della Fondazione Sicilia

di Redazione

Si chiude la rassegna di pittura “Incursioni contemporanee” a Villa Zito. L’ultimo appuntamento del ciclo di mostre, curate da Sergio Troisi, è con la mostra “Ardente” di Loredana Longo, che si inaugura venerdì 25 gennaio alle 18,30 e sarà visitabile fino al 7 aprile. Realizzata in collaborazione con il Comune di Palermo, la Regione Siciliana e Visiva e tra le iniziative di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018, “Incursioni contemporanee” indaga sulla contaminazione tra le collezioni pittoriche della Fondazione Sicilia e i linguaggi contemporanei.

Quello di Loredana Longo è un dialogo che si fa percorso, segnato da una dialettica forte e spiazzante, quando non lacerante: ardente, appunto, come suggerisce il titolo della mostra. “Artista da sempre attenta a indagare i motivi del corpo non soltanto nella sua soggettività fisica ma anche nelle dinamiche relazionali instaurate attraverso oggetti, spazi, ambienti e, non da ultimo, narrazioni sociali e storiche – dice il curatore, Sergio Troisi – Loredana Longo ha assunto la collezione della Fondazione Sicilia come un sistema di valori che dalla società italiana tra Otto e Novecento si irradia, almeno in alcune componenti, sino a noi”.

“Le opere dell’artista stabiliscono – conclude Raffaele Bonsignore, presidente di Fondazione Sicilia – un confronto ad alta tensione con quelle esposte a Villa Zito. Attraverso modalità del tutto originali, si innesca un dialogo che investe l’attualità e il suo rapporto con il passato. Ne deriva un percorso espositivo che siamo felici di accogliere e ospitare”.

La rassegna curata da Sergio Troisi giunge al termine. A Villa Zito le opere di Loredana Longo dialogano con la collezione della Fondazione Sicilia

di Redazione

Si chiude la rassegna di pittura “Incursioni contemporanee” a Villa Zito. L’ultimo appuntamento del ciclo di mostre, curate da Sergio Troisi, è con la mostra “Ardente” di Loredana Longo, che si inaugura venerdì 25 gennaio alle 18,30 e sarà visitabile fino al 7 aprile. Realizzata in collaborazione con il Comune di Palermo, la Regione Siciliana e Visiva e tra le iniziative di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018, “Incursioni contemporanee” indaga sulla contaminazione tra le collezioni pittoriche della Fondazione Sicilia e i linguaggi contemporanei.

Quello di Loredana Longo è un dialogo che si fa percorso, segnato da una dialettica forte e spiazzante, quando non lacerante: ardente, appunto, come suggerisce il titolo della mostra. “Artista da sempre attenta a indagare i motivi del corpo non soltanto nella sua soggettività fisica ma anche nelle dinamiche relazionali instaurate attraverso oggetti, spazi, ambienti e, non da ultimo, narrazioni sociali e storiche – dice il curatore, Sergio Troisi – Loredana Longo ha assunto la collezione della Fondazione Sicilia come un sistema di valori che dalla società italiana tra Otto e Novecento si irradia, almeno in alcune componenti, sino a noi”.

“Le opere dell’artista stabiliscono – conclude Raffaele Bonsignore, presidente di Fondazione Sicilia – un confronto ad alta tensione con quelle esposte a Villa Zito. Attraverso modalità del tutto originali, si innesca un dialogo che investe l’attualità e il suo rapporto con il passato. Ne deriva un percorso espositivo che siamo felici di accogliere e ospitare”.

Hai letto questi articoli?
Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le vie dei Tesori News

Send this to a friend