Amore amaro con Shakespeare

La compagnia di Francesca Selva rappresenta in una veste inedita la storia degli sfortunati amanti di Verona. Appuntamento al teatro Tempio di Militello

di Marco Russo

È l’archetipo dell’amore contrastato, capolavoro reso immortale a teatro da William Shakespeare e rielaborato in chiave moderna sia in teatro che al cinema. Ora, una veste inedita dell’originale andrà in scena domenica 2 dicembre, con il titolo “Amore amaro”, al Teatro Tempio di Militello Val di Catania, all’interno della rassegna “Incontri Internazionali di Danza Contemporanea”.

Alle 21, infatti, la compagnia Francesca Selva rappresenterà una reinterpretazione in chiave contemporanea tanto inaspettata quanto originale dove si ritroveranno gli sfortunati amanti di Verona, in una veste inedita: forse finalmente sposi?

Uno spettacolo forte, intenso, a volte feroce, vissuto profondamente, ma tormentato dalla solitudine interiore che racconta la paura della fine che diventa essa stessa già fine, il senso della perdita e dell’incomunicabilità. Una storia comune, che lascia un sapore amaro e un senso di sconfitta. Ma che nel finale stupisce e incanta. Nella co-produzione Theatre du Centre-AvignonOFF 2014 sulle coreografie di Francesca Selva per la regia di Marcello Valassina danzeranno Luca Zanni e Nazaret Perales nei panni di Giulietta e Romeo just married.

Il nuovo direttore artistico Aldo Rapè ha dato vita a una stagione trasversale. Previsti oltre 40 appuntamenti in calendario, dal 10 dicembre al 20 giugno, che spaziano dalla prosa alla commedia e dalla danza alla musica

di Marco Russo

È l’archetipo dell’amore contrastato, capolavoro reso immortale a teatro da William Shakespeare e rielaborato in chiave moderna sia in teatro che al cinema. Ora, una veste inedita dell’originale andrà in scena domenica 2 dicembre, con il titolo “Amore amaro”, al Teatro Tempio di Militello Val di Catania, all’interno della rassegna “Incontri Internazionali di Danza Contemporanea”.

Alle 21, infatti, la compagnia Francesca Selva rappresenterà una reinterpretazione in chiave contemporanea tanto inaspettata quanto originale dove si ritroveranno gli sfortunati amanti di Verona, in una veste inedita: forse finalmente sposi?

Uno spettacolo forte, intenso, a volte feroce, vissuto profondamente, ma tormentato dalla solitudine interiore che racconta la paura della fine che diventa essa stessa già fine, il senso della perdita e dell’incomunicabilità. Una storia comune, che lascia un sapore amaro e un senso di sconfitta. Ma che nel finale stupisce e incanta. Nella co-produzione Theatre du Centre-AvignonOFF 2014 sulle coreografie di Francesca Selva per la regia di Marcello Valassina danzeranno Luca Zanni e Nazaret Perales nei panni di Giulietta e Romeo just married.

Hai letto questi articoli?
Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le vie dei Tesori News

Send this to a friend