Alberto Angela riceve la laurea “honoris causa”

Riconoscimento dell’Università di Palermo allo scrittore e divulgatore scientifico per la sua attività di comunicazione del patrimonio culturale

di Redazione

Racconta le “meraviglie” del mondo come pochi altri, tra sorrisi sornioni, toni colloquiali e inconfondibili gestualità. Non è un caso che l’Università di Palermo abbia deciso di conferigli la laurea “honoris causa” in “Comunicazione del Patrimonio Culturale”. Neo dottore sarà l’eclettico Alberto Angela, paleontologo, naturalista, divulgatore scientifico e scrittore, che ha fatto del racconto di storie e tesori la sua missione di vita.

La cerimonia sarà celebrata martedì 14 maggio, alle 11, nella Sala delle Capriate dello Steri. Come vuole la prassi, sarà il rettore dell’Università, Fabrizio Micari, a conferire il titolo allo scrittore. Dopo i saluti, il programma prevede gli interventi di Girolamo Cusimano, presidente della Scuola delle Scienze Umane e del Patrimonio culturale, e di Michele Cometa, direttore del Dipartimento Culture e Società. Quindi la lettura della motivazione da parte di Salvatore Vaccaro, coordinatore del Consiglio dei Corsi di studi in Scienze della Comunicazione; la laudatio a cura di Serena Marcenò, docente di filosofia politica, e per finire, la lectio magistralis dello stesso Alberto Angela.

L’evento ha l’obiettivo, inoltre, di far conoscere il corso di laurea in Comunicazione per il Patrimonio culturale, che forma esperti che saranno poi destinati a diventare professionisti in tutti gli ambiti della comunicazione relativa al patrimonio materiale e immateriale. Ciò avverrà con un testimone d’eccezione che ha fatto di quest’ambito la propria ragione di vita. La laurea “honoris causa” ad Alberto Angela è la seconda conferita dall’ateneo palermitano, dopo quella a Ferzan Opzetek di pochi giorni. Chiuderà questo ciclo di riconoscimenti la laurea “honoris causa” a Moni Ovadia.

Riconoscimento dell’Università di Palermo allo scrittore e divulgatore scientifico per la sua attività di comunicazione del patrimonio culturale

di Redazione

Racconta le “meraviglie” del mondo come pochi altri, tra sorrisi sornioni, toni colloquiali e inconfondibili gestualità. Non è un caso che l’Università di Palermo abbia deciso di conferigli la laurea “honoris causa” in “Comunicazione del Patrimonio Culturale”. Neo dottore sarà l’eclettico Alberto Angela, paleontologo, naturalista, divulgatore scientifico e scrittore, che ha fatto del racconto di storie e tesori la sua missione di vita.

La cerimonia sarà celebrata martedì 14 maggio, alle 11, nella Sala delle Capriate dello Steri. Come vuole la prassi, sarà il rettore dell’Università, Fabrizio Micari, a conferire il titolo allo scrittore. Dopo i saluti, il programma prevede gli interventi di Girolamo Cusimano, presidente della Scuola delle Scienze Umane e del Patrimonio culturale, e di Michele Cometa, direttore del Dipartimento Culture e Società. Quindi la lettura della motivazione da parte di Salvatore Vaccaro, coordinatore del Consiglio dei Corsi di studi in Scienze della Comunicazione; la laudatio a cura di Serena Marcenò, docente di filosofia politica, e per finire, la lectio magistralis dello stesso Alberto Angela.

L’evento ha l’obiettivo, inoltre, di far conoscere il corso di laurea in Comunicazione per il Patrimonio culturale, che forma esperti che saranno poi destinati a diventare professionisti in tutti gli ambiti della comunicazione relativa al patrimonio materiale e immateriale. Ciò avverrà con un testimone d’eccezione che ha fatto di quest’ambito la propria ragione di vita. La laurea “honoris causa” ad Alberto Angela è la seconda conferita dall’ateneo palermitano, dopo quella a Ferzan Opzetek di pochi giorni. Chiuderà questo ciclo di riconoscimenti la laurea “honoris causa” a Moni Ovadia.

Hai letto questi articoli?
Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le vie dei Tesori News

Send this to a friend