Albe e tramonti nei luoghi del mito

Esperti, archeologi, dei ed eroi dell’Olimpo animeranno le visite nella Valle dei Templi offrendo un percorso onirico dall’alba al tramonto. E per gli amanti dell’archeologia nell’Agrigentino ci sono altri due siti da scoprire

di Redazione

Scoprire i luoghi del mito accompagnati da esperti e divinità dell’Olimpo, protagonisti di spettacoli all’alba o di racconti lungo un percorso dal tramonto alla sera. Sono alcune delle esperienze possibili al parco archeologico della Valle dei Templi e in altri siti dell’Agrigentino. A organizzarle è Coopculture, dopo il lancio in via sperimentale avviato lo scorso anno. “Abbiamo ricevuto tante richieste, per cui abbiamo scelto di istituzionalizzare le visite serali alla Valle che proseguiranno fino al 15 settembre”, spiega Leonardo Guarnieri di Coopculture.

Fino al 15 settembre tutti i giorni, a partire dalle 21, i visitatori, accompagnati da una guida, andranno dal Tempio di Giunone a quello della Concordia con al collo delle lucine che consentiranno di illuminare un percorso lungo il quale storia del mito e archeologia si intrecciano. Un’esperienza che all’alba, nel sito della Valle dei Templi, si amplificherà nelle “visite teatralizzate” (in programma le domeniche di agosto: 5,12 e 26) a partire dalle 5.30. I visitatori saranno accompagnati da un archeologo e da esperti del sito “insieme a dei ed eroi che sbucheranno con i loro abiti bianchi, come figure evanescenti, dando vita a un percorso quasi onirico, sospeso tra sogno e realtà – aggiunge Guarnieri – alla fine della visita il pubblico sarà accompagnato verso il Cardo Primo e gli scavi del teatro ellenistico, aperto di recente, fino al museo archeologico regionale Pietro Griffo. Sia l’alba che le passeggiate serali prevedono una degustazione finale”.

Ma per gli amanti dell’archeologia ci sono altre due tappe da mettere in agenda: una è al sito di Eraclea Minoa, in prossimità della notte più stellata dell’anno, San Lorenzo, e sarà il 12 agosto alle 21. L’altra, invece, si terrà alle catacombe di Agrigento, dove ai visitatori verrà chiesto di indossare un casco con lampada per calarsi alla scoperta degli ipogei della Valle dei Templi. Le antiche cisterne risalgono al V secolo a.c. e sono state trasformate in luoghi di sepoltura dai primi cristiani, rendendo le catacombe di Agrigento tra i siti più antichi del genere.

Esperti, archeologi, dei ed eroi dell’Olimpo animeranno le visite nella Valle dei Templi offrendo un percorso onirico dall’alba al tramonto. E per gli amanti dell’archeologia nell’Agrigentino ci sono altri due siti da scoprire

di Redazione

Scoprire i luoghi del mito accompagnati da esperti e divinità dell’Olimpo, protagonisti di spettacoli all’alba o di racconti lungo un percorso dal tramonto alla sera. Sono alcune delle esperienze possibili al parco archeologico della Valle dei Templi e in altri siti dell’Agrigentino. A organizzarle è Coopculture, dopo il lancio in via sperimentale avviato lo scorso anno. “Abbiamo ricevuto tante richieste, per cui abbiamo scelto di istituzionalizzare le visite serali alla Valle che proseguiranno fino al 15 settembre”, spiega Leonardo Guarnieri di Coopculture.

Fino al 15 settembre, tutti i giorni, a partire dalle 21, i visitatori, accompagnati da una guida, andranno dal Tempio di Giunone a quello della Concordia con al collo delle lucine che consentiranno di illuminare un percorso lungo il quale storia del mito e archeologia si intrecciano. Un’esperienza che all’alba, nel sito della Valle dei Templi, si amplificherà nelle “visite teatralizzate” (in programma le domeniche di agosto: 5,12 e 26) a partire dalle 5.30. I visitatori saranno accompagnati da un archeologo e da esperti del sito “insieme a dei ed eroi che sbucheranno con i loro abiti bianchi, come figure evanescenti, dando vita a un percorso quasi onirico, sospeso tra sogno e realtà – aggiunge Guarnieri – alla fine della visita il pubblico sarà accompagnato verso il Cardo Primo e gli scavi del teatro ellenistico, aperto di recente, fino al museo archeologico regionale Pietro Griffo. Sia l’alba che le passeggiate serali prevedono una degustazione finale”.

Ma per gli amanti dell’archeologia ci sono altre due tappe da mettere in agenda: una è al sito di Eraclea Minoa, in prossimità della notte più stellata dell’anno, San Lorenzo, e sarà il 12 agosto alle 21. L’altra, invece, si terrà alle catacombe di Agrigento, dove ai visitatori verrà chiesto di indossare un casco con lampada per calarsi alla scoperta degli ipogei della Valle dei Templi. Le antiche cisterne risalgono al V secolo a.c. e sono state trasformate in luoghi di sepoltura dai primi cristiani, rendendo le catacombe di Agrigento tra i siti più antichi del genere.

Hai letto questi articoli?
Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le vie dei Tesori News

Send this to a friend