Al via un bando per il recupero di ville e giardini storici siciliani

La Fondazione Sicilia mette a disposizione 100mila euro per il restauro e la valorizzazione di aree verdi che si trovano nei comuni capoluogo di provincia

di Ruggero Altavilla

Un bando per dare nuova vita a ville e giardini storici delle città siciliane. C’è tempo fino al 29 gennaio per presentare un progetto di riqualificazione “verde” alla Fondazione Sicilia, che mette a disposizione 100mila euro per interventi di recupero di ville, giardini e parchi pubblici di interesse storico-artistico dei capoluoghi dell’Isola. Dopo il bando per i borghi abbandonati, la Fondazione lancia un’altra iniziativa per la salvaguardia del patrimonio pubblico siciliano e la sua fruibilità da parte della collettività. I fondi saranno destinati a progetti, immediatamente eseguibili, per il recupero, il restauro e valorizzazione delle ville, dei parchi e dei giardini pubblici che si trovano nei comuni capoluogo di provincia.

Villa Zito, sede della Fondazione Sicilia

“I progetti – si legge nel bando – dovranno contenere una dettagliata descrizione del lavoro che si intende svolgere per l’attività di restauro e conservazione. Dovranno pure includere la descrizione delle modalità attraverso cui garantire la fruibilità del bene restaurato, in modo da promuovere lo sviluppo del territorio”.  A presentare i progetti – spiegano dalla Fondazione Sicilia – dovrà essere “una amministrazione comunale nella quale insiste il bene da restaurare o conservare. Sarà valutato positivamente il coinvolgimento di altri soggetti partner, con una particolare attenzione per le Associazioni territoriali che si occupano di promozione e tutela del territorio e di soggetti for profit”.

Raffaele Bonsignore

“Un anno fa, un altro bando promosso da Fondazione Sicilia è stato parte attiva nell’attenzione ai borghi abbandonati. Oggi – afferma il presidente della Fondazione, Raffaele Bonsignore – in continuità con la linea della valorizzazione del territorio, ci concentriamo sulla valorizzazione e il recupero di quegli spazi verdi che sono a un tempo i polmoni verdi dei territori e preziose testimonianze architettoniche. Riteniamo che anche da queste iniziative parta una rinascita sociale, economica e civile”. Il finanziamento di interventi di restauro e conservazione di ville, parchi, e giardini pubblici permetterà, infatti, di attivare processi capaci di rafforzare le opportunità di reddito e di occupazione del territorio.

Le richieste di ammissione al bando dovranno essere presentate esclusivamente attraverso il portale Rol a questo link

Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le Vie dei Tesori News

Send this to a friend