A Sambuca un weekend con le eccellenze dei borghi sicani

Nel cortile di Palazzo Panitteri, appuntamento con i prodotti delle aziende del territorio, tra prodotti biologici, workshop, show cooking e degustazioni

di Redazione

Due giorni di promozione delle eccellenze sicane, con una fiera dedicata a prodotti biologici, workshop, show cooking e degustazioni. È tutto pronto a Sambuca di Sicilia per la Fiera della biodiversità alimentare “Paesaggio-Prodotto-Paese”, parte del progetto BioShop Sicilia. Sabato 26 e domenica 27 marzo, nel cortile di Palazzo Panitteri, appuntamento con i prodotti delle aziende del Bio Distretto Borghi Sicani, buon cibo bio, eccellenze enogastronomiche di un territorio, quello sicano, vocato alla biodiversità.

Palazzo Panitteri

Si tratta di un progetto di promozione dell’Ats Bio distretto Borghi Sicani, per il sostegno alla cooperazione di filiera, sia orizzontale che verticale, e per la creazione di mercati locali. Un progetto finanziato dall’assessorato regionale all’Agricoltura della Regione Siciliana, nell’ambito del Psr Sicilia. Le attività del progetto prevedono varie eventi da svolgersi in un biennio con fiere, manifestazioni, show cooking, convegni ed educational tour da realizzare nelle aziende che fanno parte del distretto.

La locandina della fiera

La fiera di Sambuca è uno degli appuntamenti dove poter degustare i prodotti rigorosamente biologici come i vini, l’olio e le mandorle di Filari della Rocca di Ciro Benanti, i vini e l’olio dell’azienda Antico Frantoio di Murgia-Lamanno, le marmellate, le composte, l’olio e gli speciali aromi delle erbe officinali, come l’origano biologico, e confetture dei Fratelli Perricone, la Vastedda del Belìce, i formaggi e la ricotta dell’azienda agricola Prelibatezze del Feudo Pollichino, il miele e le mandorle dell’azienda Gaudiano di Maria Luisa Crapa, le mandorle di MandorladiaBio di Vincenzo Giglio, e ancora, la pasta di grani antichi e la farina dell’azienda Altamore e i vini di Entellano di Luca Colletti.

L’atrio di Palazzo Panitteri

L’apertura degli stand è prevista per sabato 26 marzo alle 10, subito dopo ci si sposterà a Chiusa Sclafani per un educational tour e show cooking con degustazione nell’azienda dei Fratelli Perricone. Rientro a Sambuca nel pomeriggio dove, alle 19,30, è previsto un workshop a Palazzo Panitteri con un aperitivo. L’indomani, domenica 27 marzo, dopo l’apertura degli stand alle 10, educational tour e show cooking, tra le 11,30 e le 13, con l’olio e il vino dell’azienda Antico Frantoio. Seguirà la degustazione di prodotti del Bio Distretto Borghi Sicani. Nel pomeriggio, alle 13,30, previsto un B2B con le aziende del territorio.

Condividi
Tags

In evidenza

A Troina rinasce il borgo normanno e si inaugurano nuovi musei

Pubblicato il bando di gara per il restauro del complesso seicentesco nel centro storico del capoluogo. La consegna dei lavori, che ammontano a 9 milioni di euro, è prevista entro il 2026

A Caltanissetta seminari, workshop e laboratori nel segno di Dürer

In programma due incontri con l’artista e docente Calogero Barba e per i più piccoli si gioca con Sefora Bello. Al Museo Diocesano prosegue fino al 29 aprile la mostra di incisioni del genio rinascimentale

Dai depositi alle sale di Palazzo Abatellis, risplende un trittico medievale restaurato

In mostra una preziosa pala d’altare quattrocentesca, raffigurante l’incoronazione della Vergine fra i Santi Pietro e Paolo, tornata a nuova vita grazie a fondi privati erogati attraverso l’Art Bonus

Ultimi articoli

A Caltanissetta seminari, workshop e laboratori nel segno di Dürer

In programma due incontri con l’artista e docente Calogero Barba e per i più piccoli si gioca con Sefora Bello. Al Museo Diocesano prosegue fino al 29 aprile la mostra di incisioni del genio rinascimentale

Quei tormentati intrighi amorosi nel palazzo dei Gravina

La dimora di Francesco Paolo in via IV Aprile, nel cuore di Palermo, fece da sfondo a una sfortunata storia matrimoniale. Nello stesso edificio fu ospite anche l’ammiraglio Horatio Nelson con la consorte Emma Hamilton

A Palermo l’arte di Omar Hassan, un ponte tra passato e futuro

L'artista italo-egiziano, figlio della tolleranza, per la prima volta a Palermo con la mostra "Punctum", inaugurata a Palazzo Reale con sette opere allestite per l'occasione. C'è una Nike in dolce attesa che inneggia alla pace e la mappa del capoluogo realizzata con 8928 tappini di bombolette spray

Articoli correlati