A Palermo il premio MigrArti

L’iniziativa, promossa dal Mibac, promuove l’inclusione sociale e l’integrazione con lo spettacolo. In città il riconoscimento a uno dei cinque progetti di teatro, danza e musica. Ma anche incontri e laboratori

di Marco Russo

Abbattere i muri con lo spettacolo, vincere la diffidenza nei confronti dell’altro con il linguaggio universale della musica, della danza e del teatro: è uno degli obiettivi del progetto MigrArti, promosso dal Ministero per i beni e le attività culturali (MiBAC) e che dal 23 novembre a Palermo premierà uno dei cinque progetti che hanno superato la selezione finale.
A Palermo, in quella che è la città della cultura e dell’integrazione, da mercoledi 21 a venerdi 23 si terranno anche laboratori, incontri e spettacoli aperti alle scuole e al pubblico, con la sezione “Aspettando il Premio MigrArti”, per sensibilizzare sul tema della migrazione. 

Il premio è nato con lo scopo di valorizzare la pluralità e il dialogo tra le diverse culture presenti in Italia, attraverso il coinvolgimento delle comunità di immigrati stabilmente residenti in Italia, con particolare attenzione ai giovani di seconda generazione.
Poi, venerdì 23 novembre, alle ore 16.30, appuntamento nella sala don Rocco Rindone del Centro Salesiano Santa Chiara per la presentazione del “Premio MigrArti Spettacolo 2018”.

A intervenire, oltre il sindaco Leoluca Orlando, saranno l’assessore comunale alla Cultura, Andrea Cusumano, l’ideatore e coordinatore progetto MigrArti Paolo Masini, ma anche Padre Enzo Volpe, parroco del centro salesiano Santa Chiara, Mauro Valeri, sociologo e psicoterapeuta esperto di antidiscriminazione e membro Commissione MigrArti, Ibrahima Kobena, presidente Consulta delle Culture di Palermo, Alessandro Pontremoli, dell’Università degli studi di Torino, Anna Maria Rita Culotta, Area Promozione Umana della Caritas diocesana di Palermo.

Dal 23 al 25 si svolgerà questa edizione del premio, con il riconoscimento finale che andrà dunque a uno dei cinque progetti di teatro, danza e musica.
Il “Premio MigrArti Spettacolo 2018” fa parte del cartellone ufficiale di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018, mentre l’organizzazione della manifestazione è curata dell’associazione “La Coccinella onlus”. Per informazioni è possibile consultare il sito della manifestazione.

L’iniziativa, promossa dal Mibac, promuove l’inclusione sociale e l’integrazione con lo spettacolo. In città il riconoscimento a uno dei cinque progetti di teatro, danza e musica. Ma anche incontri e laboratori

di Marco Russo

Abbattere i muri con lo spettacolo, vincere la diffidenza nei confronti dell’altro con il linguaggio universale della musica, della danza e del teatro: è uno degli obiettivi del progetto MigrArti, promosso dal Ministero per i beni e le attività culturali (MiBAC) e che dal 23 novembre a Palermo premierà uno dei cinque progetti che hanno superato la selezione finale.
A Palermo, in quella che è la città della cultura e dell’integrazione, da mercoledi 21 a venerdi 23 si terranno anche laboratori, incontri e spettacoli aperti alle scuole e al pubblico, con la sezione “Aspettando il Premio MigrArti”, per sensibilizzare sul tema della migrazione. 

Il premio è nato con lo scopo di valorizzare la pluralità e il dialogo tra le diverse culture presenti in Italia, attraverso il coinvolgimento delle comunità di immigrati stabilmente residenti in Italia, con particolare attenzione ai giovani di seconda generazione.
Poi, venerdì 23 novembre, alle ore 16.30, appuntamento nella sala don Rocco Rindone del Centro Salesiano Santa Chiara per la presentazione del “Premio MigrArti Spettacolo 2018”.

A intervenire, oltre il sindaco Leoluca Orlando, saranno l’assessore comunale alla Cultura, Andrea Cusumano, l’ideatore e coordinatore progetto MigrArti Paolo Masini, ma anche Padre Enzo Volpe, parroco del centro salesiano Santa Chiara, Mauro Valeri, sociologo e psicoterapeuta esperto di antidiscriminazione e membro Commissione MigrArti, Ibrahima Kobena, presidente Consulta delle Culture di Palermo, Alessandro Pontremoli, dell’Università degli studi di Torino, Anna Maria Rita Culotta, Area Promozione Umana della Caritas diocesana di Palermo.

Dal 23 al 25 si svolgerà questa edizione del premio, con il riconoscimento finale che andrà dunque a uno dei cinque progetti di teatro, danza e musica.
Il “Premio MigrArti Spettacolo 2018” fa parte del cartellone ufficiale di Palermo Capitale Italiana della Cultura 2018, mentre l’organizzazione della manifestazione è curata dell’associazione “La Coccinella onlus”. Per informazioni è possibile consultare il sito della manifestazione.

Hai letto questi articoli?
Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le vie dei Tesori News

Send this to a friend