A Noto un weekend tra degustazioni e passeggiate

Al Parco dell’Anima, gustoso fuori programma in campagna con gli assaggi delle eccellenze del territorio. Torna il tour interattivo alla scoperta dell’antica città

di Redazione

Si preannuncia un weekend speciale a Noto. Il festival Le Vie dei Tesori è entrato nel vivo nella capitale siciliana del Barocco, che ha preparato un’edizione gioiello con sette siti, due esperienze tra arte e storia e una passeggiata multimediale. Ma per scoprire la sorpresa del prossimo fine settimana, bisogna andare appena fuori la città, in un resort nascosto tra le campagne. È lì che si trova il Parco dell’Anima, nuovo progetto agro-culturale che mette insieme diverse esperienze creative con l’obiettivo di custodire gli antichi grani siciliani e tutelare la biodiversità. Sabato 10 e domenica 11, alle 10,30 e alle 12, oltre alla visita guidata, potrete partecipare a una speciale degustazione tra i campi, durante il passaggio di un gregge. Si potrà assaggiare la ricotta fresca, insieme al pane fatto con i grani antichi, miele e vino (prenotazione obbligatoria al numero 0918420000).

Chiesa del Santissimo Crocifisso

Dopo la degustazione, potrete tornare in città a scoprire gli altri tesori aperti nel weekend (qui tutti i luoghi). Aprono le porte alcune delle chiese più belle della cittadina, ricostruite dopo il disastroso terremoto del 1693, che ospitano statue e reperti di Noto antica. C’è il Santissimo Crocifisso, la chiesa più grande della città dopo la Cattedrale, che custodisce una teca in oro con la reliquia della Santa Spina. Poi la Badia Nuova e il museo “I mecenati del Barocco”; la settecentesca chiesa di San Michele, scrigno di opere d’arte, e Santa Maria dell’Arco, l’antica matrice dei monaci cistercensi.

Palazzo Landolina Sant’Alfano

Ci sono poi sontuosi palazzi nobiliari dove l’atmosfera non è mutata da secoli. Palazzo Landolina Sant’Alfano, che ospitò tre volte il re Ferdinando II di Borbone e la regina Maria Teresa d’Austria; oppure Palazzo Trigona di Canicarao, nei cui sontuosi saloni venivano organizzati balli in onore della Regina di Napoli. Da non perdere, infine, le due esperienze per scoprire i tanti volti del Museo Civico. Nella prima, potrete ammirare la mostra su Guttuso allestita in alcune delle sale e visitare gli ambienti dell’antico convento di Santa Chiara (qui per prenotare); con la seconda esperienza, invece, farete viaggio nel tempo, scoprendo i cimeli che raccontano la storia dell’Antica Noto, dall’epoca greca a quella medievale e moderna, fino alla collezione dello scultore Giuseppe Pirrone, donata al museo (qui per prenotare).

Ruderi della Chiesa dei Gesuiti

Infine, sia sabato che domenica, alle 9,30, in programma la passeggiata interattiva tra i ruderi dell’Antica Noto (qui per prenotare). Si potranno ammirare i possenti resti architettonici della “civitas ingeniosa”, alcuni dei quali ricostruiti con la realtà aumentata e visibili attraverso dispositivi digitali.

Per tutte le informazioni e prenotazioni visitare il sito www.leviedeitesori.com. È attivo, inoltre, il centro informazioni del Festival al numero 0918420000, aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18, compresi il sabato e la domenica.

Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le Vie dei Tesori News

Send this to a friend