Palermo più pedonale, via Amari diventa “rambla”

L’intenzione è quella di dare vita a un’unica area chiusa al traffico, che inizia dal porto fino a via Principe di Belmonte, zone molto frequentate dai crocieristi

di Ruggero Altavilla

Una grande isola pedonale che dal porto, attraversa via Amari e arriva fino a quella già esistente di via Principe di Belmonte. È la proposta dell’assessore all’Urbanistica, Ambiente e Mobilità del Comune di Palermo, Giusto Catania, che sarà approvata oggi dalla giunta, insieme ad un’altra delibera che istituirà una zona a traffico limitato nell’area del mercato di via Montalbo. L’intenzione è quella di trasformare, entro luglio, il tratto di via Amari attualmente occupato dal cantiere dell’anello ferroviario in una vera e propria “rambla” sullo stile di Barcellona.

La nuova area pedonale (in colore azzurro) e quella di via Belmonte (in verde)

Il progetto, che sarà realizzato in collaborazione con la Camera di Commercio, prevede l’installazione di fioriere, panchine e vasche che arrederanno il tratto di strada, molto frequentato dai crocieristi di passaggio in città. Il provvedimento interesserà quindi via Amari, via Principe di Scordia e via Principe di Belmonte, che insieme formeranno un’unica area pedonale per i turisti provenienti dall’uscita principale del porto sulla via Crispi.

Rendering di arredo urbano in via Amari

Entro poche settimane sarà istituita anche la Ztl in via Montalbo, nel tratto compreso fra le vie Vincenzo Di Bartolo e Antonello da Messina, che sarà regolamentata con un provvedimento del Servizio trasporto pubblico di massa e Piano urbano del traffico. Lo Sportello unico attività produttive, invece, disciplinerà la concessione del suolo pubblico per l’esercizio delle attività commerciali. “Si garantirà il collegamento pedonale tra il porto e il centro di Palermo – ha annunciato su Facebook l’assessore Giusto Catania – . Una scelta che renderà la città più accogliente per i turisti e più vivibile per i nostri concittadini”. Un provvedimento – aggiunge Catania – “con cui vogliamo dare nuovo impulso al percorso di sempre maggiore diffusione delle aree pedonali anche fuori dal centro storico”.

La pedonalizzazione di via Amari rientra nel più ampio progetto di riqualificazione della città, rilanciato anche dal vicesindaco e assessore al Decoro Urbano, Fabio Giambrone, che ha annunciato recentemente più controlli da parte della polizia municipale contro chi sporca la città (leggi la nostra intervista) e diversi interventi di abbellimento di strade e piazze, fino all’installazione dei dissuasori a scomparsa, che prenderanno il posto dei blocchi di cemento nei varchi della Ztl nel centro storico.

L’intenzione è quella di dare vita a un’unica area chiusa al traffico, che inizia dal porto fino a via Principe di Belmonte, zone molto frequentate dai crocieristi

di Ruggero Altavilla

Una grande isola pedonale che dal porto, attraversa via Amari e arriva fino a quella già esistente di via Principe di Belmonte. È la proposta dell’assessore all’Urbanistica, Ambiente e Mobilità del Comune di Palermo, Giusto Catania, che sarà approvata oggi dalla giunta, insieme ad un’altra delibera che istituirà una zona a traffico limitato nell’area del mercato di via Montalbo. L’intenzione è quella di trasformare, entro luglio, il tratto di via Amari attualmente occupato dal cantiere dell’anello ferroviario in una vera e propria “rambla” sullo stile di Barcellona.

La nuova area pedonale (in colore azzurro) e quella di via Belmonte (in verde)

Il progetto, che sarà realizzato in collaborazione con la Camera di Commercio, prevede l’installazione di fioriere, panchine e vasche che arrederanno il tratto di strada, molto frequentato dai crocieristi di passaggio in città. Il provvedimento interesserà quindi via Amari, via Principe di Scordia e via Principe di Belmonte, che insieme formeranno un’unica area pedonale per i turisti provenienti dall’uscita principale del porto sulla via Crispi.

Entro poche settimane sarà istituita anche la Ztl in via Montalbo, nel tratto compreso fra le vie Vincenzo Di Bartolo e Antonello da Messina, che sarà regolamentata con un provvedimento del Servizio trasporto pubblico di massa e Piano urbano del traffico. Lo Sportello unico attività produttive, invece, disciplinerà la concessione del suolo pubblico per l’esercizio delle attività commerciali. “Si garantirà il collegamento pedonale tra il porto e il centro di Palermo – ha annunciato su Facebook l’assessore Giusto Catania – . Una scelta che renderà la città più accogliente per i turisti e più vivibile per i nostri concittadini”. Un provvedimento – aggiunge Catania – “con cui vogliamo dare nuovo impulso al percorso di sempre maggiore diffusione delle aree pedonali anche fuori dal centro storico”.

Rendering di arredo urbano in via Amari

La pedonalizzazione di via Amari rientra nel più ampio progetto di riqualificazione della città, rilanciato anche dal vicesindaco e assessore al Decoro Urbano, Fabio Giambrone, che ha annunciato recentemente più controlli da parte della polizia municipale contro chi sporca la città (leggi la nostra intervista) e diversi interventi di abbellimento di strade e piazze, fino all’installazione dei dissuasori a scomparsa, che prenderanno il posto dei blocchi di cemento nei varchi della Ztl nel centro storico.

Hai letto questi articoli?
Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le vie dei Tesori News

Send this to a friend