I mille suoni del pianoforte

Il re degli strumenti musicali sarà protagonista di “Pianissimo”, un ciclo di concerti con ospiti internazionali organizzato da Curva Minore

di Redazione

Il pianoforte in tutte le declinazioni delle sonorità contemporanea. Il re degli strumenti musicali sarà l’indiscusso protagonista di “Pianissimo”, un ciclo di concerti che l’associazione Curva Minore propone, dall’8 al 12 maggio, alla Sala Perriera dei Cantieri culturali alla Zisa di Palermo.

Tony Di Napoli

La rassegna, ideata dal contrabbassista Lelio Giannetto, s’inaugura alle 21,15 con “Litophonie”, un concerto del visionario compositore-percussionista italo-francese Tony Di Napoli, che suonerà le sue sculture di pietra accordate a intervalli microtonali. Ma la prima serata vedrà anche la presenza di Fabrizio Ottaviucci, il grande pianista famoso in tutto il mondo per le partecipazioni ai più importanti festival di musica contemporanea. Appuntamento alle 22,15 con il concerto “La via del suono”.

Judith Wegmann

Doppio concerto per la pianista Judith Wegmann. Il 9 maggio eseguirà per la prima volta in Italia musiche di alcuni compositori svizzeri della nuova scena, incontrando anche alcuni musicisti della Sicilian Improvisers Orchestra. Il 12 maggio alle 22 sarà la volta di “Triadic Memories”, una delle più importanti opere del secondo ‘900 sulla ricerca del rapporto tridimensionale di spazio, tempo e suono. L’ascolto avverrà in condizioni di estrema distensione con cuscini e tappeti disposti in modo da poter essere utilizzati dal pubblico che potrà adagiarsi anche sotto il pianoforte. Entrambe le interpretazioni della pianista svizzera saranno accompagnate dalle opere di light design create dall’artista Stephan Hostettler.

Il 10 maggio, alle 21,15, la giovanissima ma già affermata pianista siciliana Alessandra Pipitone eseguirà per la prima volta un recital di musiche che da Lachenmann arriva fino a Cage, passando per Franco Evangelisti, Henly Cowel e Arvo Part. La pianista, inoltre, sarà insieme all’attrice Stefania Blandeburgo per la realizzazione di “Oltre”, un’azione scenica su testi poetici di Domenico Labate che propone una costante ricerca sulla parola poetica. Infine, l’Ensemble Yin da Marsiglia, in collaborazione con Institut Francais Palermo, realizzerà due opere in prima esecuzione assoluta grazie all’opera del direttore musicale Philippe Festou. Il primo concerto il 10 maggio alle 22,15, il secondo l’11 maggio alle 21,30, insieme alla Sicilian Improvisers Orchestra.

Il re degli strumenti musicali sarà protagonista di “Pianissimo”, un ciclo di concerti con ospiti internazionali organizzato da Curva Minore

di Redazione

Il pianoforte in tutte le declinazioni delle sonorità contemporanea. Il re degli strumenti musicali sarà l’indiscusso protagonista di “Pianissimo”, un ciclo di concerti che l’associazione Curva Minore propone, dall’8 al 12 maggio, alla Sala Perriera dei Cantieri culturali alla Zisa di Palermo.

Tony Di Napoli

La rassegna, ideata dal contrabbassista Lelio Giannetto, s’inaugura alle 21,15 con “Litophonie”, un concerto del visionario compositore-percussionista italo-francese Tony Di Napoli, che suonerà le sue sculture di pietra accordate a intervalli microtonali. Ma la prima serata vedrà anche la presenza di Fabrizio Ottaviucci, il grande pianista famoso in tutto il mondo per le partecipazioni ai più importanti festival di musica contemporanea. Appuntamento alle 22,15 con il concerto “La via del suono”.

Judith Wegmann

Doppio concerto per la pianista Judith Wegmann. Il 9 maggio eseguirà per la prima volta in Italia musiche di alcuni compositori svizzeri della nuova scena, incontrando anche alcuni musicisti della Sicilian Improvisers Orchestra. Il 12 maggio alle 22 sarà la volta di “Triadic Memories”, una delle più importanti opere del secondo ‘900 sulla ricerca del rapporto tridimensionale di spazio, tempo e suono. L’ascolto avverrà in condizioni di estrema distensione con cuscini e tappeti disposti in modo da poter essere utilizzati dal pubblico che potrà adagiarsi anche sotto il pianoforte. Entrambe le interpretazioni della pianista svizzera saranno accompagnate dalle opere di light design create dall’artista Stephan Hostettler.

Il 10 maggio, alle 21,15, la giovanissima ma già affermata pianista siciliana Alessandra Pipitone eseguirà per la prima volta un recital di musiche che da Lachenmann arriva fino a Cage, passando per Franco Evangelisti, Henly Cowel e Arvo Part. La pianista, inoltre, sarà insieme all’attrice Stefania Blandeburgo per la realizzazione di “Oltre”, un’azione scenica su testi poetici di Domenico Labate che propone una costante ricerca sulla parola poetica. Infine, l’Ensemble Yin da Marsiglia, in collaborazione con Institut Francais Palermo, realizzerà due opere in prima esecuzione assoluta grazie all’opera del direttore musicale Philippe Festou. Il primo concerto il 10 maggio alle 22,15, il secondo l’11 maggio alle 21,30, insieme alla Sicilian Improvisers Orchestra.

Hai letto questi articoli?
Articolo PrecedenteProssimo Articolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Le vie dei Tesori News

Send this to a friend